Seminudo accovacciato

Gustav Klimt, Seminudo accovacciato | Kauernder Halbakt | Crouching seminude
Autore: 
Klimt, Gustav (1862-1918)
Titolo: 
Seminudo accovacciato
Altri titoli: 
Kauernder Halbakt
Crouching seminude
Periodo: 
XX secolo
Datazione: 
non datato (1917 - 1918 circa)
Classificazione: 
Disegno
Tecnica e materiali: 
Matita su carta simil giapponese
Dimensioni (altezza x larghezza in centimetri): 
55,7 x 37,2
Luogo di conservazione: 
Collezione privata

Provenienza:

  • Christian M. Nebehay, Wien.
  • Galerie bei der Albertina - Zetter, Wien, acquistato da Christian M. Nebehay.
  • Collezione privata, Wien.
  • Vendita, Christie's, New York, asta 7601 - Impressionist and Modern Works on Paper, 25 giugno 2008, lotto 271, venduto per £193,250.

Mostre:

  • Experiment Weltuntergang, Wien um 1900, Kunsthalle, Hamburg 10 aprile - 31 maggio 1981, n. 50 (illustrato).

Bibliografia:

  • Hofmann, Experiment Weltuntergang, Wien um 1900, catalogo della mostra, Kunsthalle, Hamburg 1981, n. 50 (illustrato).
  • Alice Strobl, Gustav Klimt: Die Zeichnungen 1912-1918, vol. III, editore Galerie Welz, Salzburg 1984, n. 2984, illustrato a p. 217.

Note:

I disegni di Gustav Klimt sono tra le migliori creazioni dell’artista. Questo è particolarmente vero negli ultimi anni di Klimt, quando il disegno divenne per molti versi l’area chiave con cui poter esprimere liberamente le sue nozioni di femminilità. Nell’arte di Klimt le donne erano fondamentali quanto il disegno, e proprio attraverso la forma femminile egli riusciva a trasmettere idee astratte complesse. Secondo Alice Strobl, Kauernder Halbakt fa parte di un ampio gruppo di studi preparatori per la pittura a olio Die Braut (La sposa), un elaborato arrangiamento figurativo che esplora il ciclo dell’esistenza umana, lasciato incompiuto alla morte dell’artista nel febbraio 1918. Klimt si dedicò intensamente al tema dell’eros femminile per tutta la sua vita e, attraverso l’erotismo esplicito di disegni come Kauernder Halbakt e di importanti dipinti allegorici come Die Braut, cercò di stabilire la sessualità come forza motrice fondamentale della vita.

Un tempo parte della collezione di Christian M. Nebehay, noto studioso di Klimt il cui padre era amico e mercante d'arte dell'artista, Kauernder Halbakt offre un'immediata rivelazione dell'abilità di Klimt come disegnatore. L'uso innovativo del movimento vibrante e delle matite turbolente aggiunge all'immagine un senso di energia erotica, mentre gli arti esterni della modella sono solo accennati, suggerendo la natura momentanea della sua presenza fisica. Creato nell'atmosfera da harem del suo studio appartato di Heitzing, il Kauernder Halbakt di Klimt colloca la modella in una posizione fetale drammaticamente scorciata, il busto superiore vestito per aumentare la tensione erotica attraverso l'interazione tra ciò che si rivela e ciò che si nasconde. In questo modo, Kauernder Halbakt è notevolmente influenzato dall'arte giapponese e come le esplicite stampe su legno che adornavano le pareti di Klimt. Qui, Klimt tratta il sesso esposto della modella con una sacrosanta serietà, intimando la sua importanza come fonte di vita umana e come elemento primordiale nell'eccitazione sessuale. Questo rapporto tra il sensuale e lo spirituale è ulteriormente enfatizzato dall'espressione ad occhi chiusi della modella, che si legge ugualmente come rapito assorbimento ed estasi erotica, creando una potente evocazione del mistero poetico del femminile.


Gustav Klimt's drawings are among the finest creations in the artist's oeuvre. This is particularly true of Klimt's later years, when drawing became in many ways, the key area with which he could freely express his notions of femininity. Women were as fundamental to Klimt's art as drawing was, and it was through the female form that he was able to convey complex abstract ideas. As identified by Alice Strobl, Kauernder Halbakt belongs to a large group of preparatory studies for the oil painting Die Braut (The Bride), an elaborate figure arrangement exploring the cycle of human existence, which was left unfinished upon the artist's death in February 1918. Klimt devoted himself intensively to the theme of the female Eros throughout his life and through the overt eroticism of drawings like Kauernder Halbakt and important allegorical paintings like Die Braut he sought to establish sexuality as life's fundamental motivating force.

Once part of the of the collection of Christian M. Nebehay, a noted Klimt scholar whose father was a friend and art dealer of the artist, Kauernder Halbakt offers an immediate revelation of Klimt's skill as a draughtsman. The innovative use of vibrating movement and turbulent pencil stokes add to the image's sense of erotic energy, whilst the model's outer limbs are merely hinted at, suggesting the momentary nature of her physical presence. Created in the harem-like atmosphere of his secluded studio in Heitzing, Klimt's Kauernder Halbakt places the model in a dramatically foreshortened foetal position, her upper torso clothed to heighten the erotic tension through the interplay between what is revealed and what is concealed. In this way, Kauernder Halbakt is noticeably influenced by Japanese art and like the explicit woodblock prints that adorned Klimt's walls. Here, Klimt treats the model's exposed sex with a sacred earnestness, intimating its importance as the source of human life and a primal element in sexual arousal. This relationship between the sensual and the spiritual is further emphasized by the model's close-eyed expression, which reads equally as rapt absorption and erotic ecstasy, creating a powerful evocation of the poetic mystery of the female.

(fonte: Catalogo della vendita Christie's citata sopra)