In pieno inverno

Filippo Carcano, In pieno inverno
Autore: 
Carcano, Filippo, (1840-1914)
Titolo: 
In pieno inverno
Altri titoli: 
Inverno in Engadina
Nevicata in alta motagna
Periodo: 
XX secolo
Datazione: 
non datato (1909)
Classificazione: 
Dipinto
Tecnica e materiali: 
Olio su tela
Dimensioni (altezza x larghezza in centimetri): 
138 x 194
Annotazioni: 
Firma in basso a sinistra: F. Carcano
Luogo di conservazione: 
Fondazione Cassa di Risparmio delle Provincie Lombarde / Gallerie d’Italia Piazza Scala, Milano, Italia
Identificativo: 
AH01737AFC

Provenienza:

  • Milano, Collezione Zaccaria Pisa (nel 1934).
  • Varese, Collezione Giuseppina Negri (nel 1993).
Bibliografia:

  • VIII Esposizione Internazionale d'Arte della Città di Venezia. Catalogo illustrato, Premiate Officine Grafiche C. Ferrari, Venezia, 1909, n. 19, p. 129.
  • Carlo Vizzotto, VIII Esposizione Internazionale d'arte a Venezia, in "La Sera", a. XVIII, n. 115, Milano, 26-27 aprile 1909, p. 2.
  • Guido Marangoni, VIII Esposizione Internazionale di Venezia. Pittori italiani, in “Natura ed Arte. Rassegna quindicinale illustrata straniera di scienze, lettere ed arti”, a. XVIII, vol. II, fasc. XXIII, Casa Editrice Dott. Francesco Vallardi, Milano, novembre 1909 , p. 724.
  • Luigi Coletti, Gli invitati delle sale italiane, in “Vita d’Arte. Rivista mensile d’arte antica e moderna”, a. II, vol. III, n. 18, Siena, giugno 1909, p. 293.
  • Ugo Ojetti, L’Esposizione di Venezia. Pittori italiani, in “Corriere della Sera”, a. 34, n. 119, Milano, 30 aprile 1909, p. 3 (Pieno Inverno).
  • Raccolta Z. Pisa S A.F., introduzione di Raffaele Calzini, catalogo della vendita, Milano, Galleria Pesaro, febbraio 1934, Edizioni d'Arte Emilio Bestetti, Milano, 1934, n. 264, s.p., ill. n. XLVII, s.p. (Inverno in Engadina).
  • Prima Fiera Nazionale d'Arte Antica. Catalogo della Mostra dell'800 organizzata sotto gli auspici della Federazione nazionale fascista commercianti prodotti artistici, catalogo della mostra, Cremona, Palazzo Trecchi, maggio – ottobre 1937, Stabilimento Tipografico Cremona Nuova, Cremona, 1937, n. 131, p. 17, ill. n. XII, s.p. (Nevicata in alta Montagna).
  • Tesori d'arte delle banche lombarde, Associazione Bancaria Italiana, Milano, 1995, p. 232, ill. n. 432 (Inverno in Engadina).
  • Sergio Rebora, Filippo Carcano, In pieno inverno o Inverno in Engadina, in Sergio Rebora, a cura di, Le collezioni d’arte. L’Ottocento, Fondazione Cassa di Risparmio delle Provincie Lombarde, Milano, 1999, n. 46, pp. 114-117, ill. pp. 114-115.
  • Elena Lissoni, in Fernando Mazzocca, a cura di, Da Canova a Boccioni. Le collezioni della Fondazione Cariplo e di Intesa Sanpaolo, Skira, Milano, 2011, n. XI.172, p. 242, ill.

Note:
Carcano partecipa nel 1909 con questo dipinto e un altro paesaggio di uguale formato, Estate in alta montagna (Venezia, Galleria Internazionale d’Arte Moderna di Ca’ Pesaro), all’VIII Esposizione internazionale d’arte della città di Venezia. L’opera entra quindi a far parte della collezione milanese di Zaccaria Pisa, dispersa con la vendita all’asta del 1934.
Databile allo stesso anno dell’esposizione veneziana, In pieno inverno ed Estate in alta montagna raffigurano due diverse vedute dei ghiacciai dell’Alta Engadina, valle delle Alpi svizzere nel Cantone dei Grigioni. Nel dipinto in Collezione Carcano raffigura in primo piano una distesa di neve rischiarata dal sole e un gruppo di abeti oltre i quali si apre la vallata, incastonata entro i ghiacciai del massiccio del Bernina con il monte Scerscen sullo sfondo. La composizione, resa con una sequenza di piani scanditi dalla diversa messa a fuoco, mostra evidenti analogie con il linguaggio fotografico al quale Carcano guardò sempre con interesse.
Il soggetto, forse da leggere anche come un omaggio a Giovanni Segantini che in quei luoghi visse e morì, e del quale ricorreva nel 1909 il decennale della morte, era tra i preferiti della pittura di paesaggio di alta montagna alla quale gli artisti lombardi si erano rivolti già nell’ultimo decennio dell’Ottocento.
Proseguendo la sua ricerca pittorica nell’ambito del naturalismo lombardo, Carcano rende con grande abilità l’effeto quasi tattile della neve sugli alberi e sulle montagne, ricorrendo a spessi tocchi di colore puro sulla tela priva di preparazione. La vivacità degli accostamenti cromatici accomuna inoltre il dipinto ad altre tele eseguite dal pittore sempre sulle alture al confine con la Svizzera, come Ghiacciaio di Cambrena (collezione privata) esposto nel 1897 alla II Triennale di Brera o Il monte Cervino (1890 circa, Milano, Galleria d’Arte Moderna).
Dal novembre 2011 l’opera è visibile nell’allestimento delle Gallerie d’Italia a Milano.

(fonte: Laura Casone in www.artgate-cariplo.it)