Passa il treno

De Nittis, Passa il treno.jpg
Autore: 
De Nittis, Giuseppe (1846-1884)
Titolo: 
Passa il treno
Periodo: 
XIX secolo
Datazione: 
non datato (1880 circa)
Classificazione: 
Dipinto
Tecnica e materiali: 
Olio su tela
Dimensioni (altezza x larghezza in centimetri): 
31,1 x 37,6
Annotazioni: 
Firma in basso a destra: De Nittis
Luogo di conservazione: 
Collezione privata

Provenienza:

  • Collezione privata, Parigi.
  • Vendita, Christie's, Londra, King Street, asta 7862 - Old Master e 19th century paintings, drawings and watercolours evening, 6 luglio 2010, lotto 52, venduto per £133,250 ($202,274).

Commento:

Il presente lavoro è una variante più piccola di uno dei più famosi dipinti dell'artista, oggi nella Pinacoteca "Giuseppe De Nittis" di Barletta. Esso rivela molto bene l'essere De Nittis quello che Baudelaire chiamava 'un pittore della vita moderna', ma infuso di una sensibilità di spirito molto più profonda rispetto ad altri più spensierati pittori della Belle Epoque ai quali anche si applica l'epiteto.
Come gli impressionisti, che De Nittis conobbe a Parigi, egli era affascinato dai rapidi progressi dell'era industriale, di cui il treno è stato uno dei simboli più potenti. In quest'opera, De Nittis presenta la panoramica di una pianura popolata solo da pochi alberi spogli e due contadine, conferendo all'insieme un'aria malinconica. L'atemporalità di questa impostazione è però interrotta in maniera stridente dalla presenza, virtualmente invisibile, del treno, segnalata solo dalla scia fluttuante di vapore che si lascia dietro.
Secondo la dr.ssa Christine Farese Sperken quest'opera sarebbe stata commissionata al pittore intorno al 1880, quando la versione più grande fu esposta con grande successo alla Esposizione Nazionale di Torino.

(fonte: Catalogo della vendita Christie's, Londra)