Madame Hector France

Henri-Edmond Cross, Madame Hector France
Henri-Edmond Cross, Madame Hector France
Autore: 
Cross, Henri-Edmond (1856-1910)
Titolo: 
Madame Hector France
Periodo: 
XIX secolo
Datazione: 
1891
Classificazione: 
Dipinto
Tecnica e materiali: 
Olio su tela
Dimensioni (altezza x larghezza in centimetri): 
208,5 x 149,5
Annotazioni: 
Data e firma in basso a sinistra: 1891 / Henri Edmond Cross
Luogo di conservazione: 
Musée d’Orsay, Paris, France
Acquisizione: 
Trasferimento dal Musée National d'Art Moderne, 1977
Identificativo: 
RF 1977 127

Provenienza:

  • Collezione Madame Cross, Henri-Edmond - nata Irma Clare (1849-1933), poi Madame Hector France, poi Madame Henri-Edmond Cross (1893).
  • Collezione Madame Gastine, figlia dell'artista.
  • Collezione Madame Rabier, nipote dell'artista.
  • Musée national d'Art Moderne, acquisto (inv. n. AM 3348), 1955 -1977.
  • Musée du Louvre, attribuito dai Musées nationaux, 1977.
  • Musée d'Orsay, assegnato dal Musée du Louvre (trasferimento dal M.N.A.M.).

Mostre:

  • Salon de la Société des artistes indépendants. 7e exposition, Pavillon de la Ville de Paris, 1891.
  • Henri-Edmond Cross et ses amis : Seurat, Signac, Angrand, Luce, Lucie Cousturier, Van Rysselberghe, Douai, Bibliothèque municipale, 1956.
  • Maximilien Luce - Peintre du travail et de son milieu - Les néo-impressionnistes, Saint-Denis, Musée d'Art et d'Histoire, 1958.
  • Préfiguration du musée d'Orsay - Le Post-Impressionnisme, Paris, Palais de Tokyo - Musée d'Art et d'Essai, 1977.
  • Neoimpressionismo, la eclosion de la modernidad, Madrid, Fundación Mapfre, 2007.
  • Van Gogh, Gauguin, Cézanne & beyond, Post-Impressionism from the Musée d'Orsay, Canberra, National Gallery of Australia, 2009.
  • Post-impressionnisme - 115 chefs-d'oeuvre de la Collezione du musée d'Orsay, Tokyo, National Art Center, 2010.
  • Van Gogh, Gauguin, Cézanne & beyond, Post-Impressionism from the Musée d'Orsay, San Francisco, M. H. De Young Memorial Museum, 2010.
  • Face to Face: The Neo-Impressionist Portrait, 1886-1904, Indianapolis, Museum of Art, 2014.
  • Faces of Impressionism. Portraits from the Musée d'Orsay, Fort Worth, Kimbell Art Museum, 2014.
  • Henri-Edmond Cross, peindre le bonheur, Giverny, Musée des Impressionnismes, 2018.

Bibliografia:.

  • Compin, Isabelle, Henri Edmond Cross, [s.n.], Paris, 1964.
  • Compin, Isabelle ; Roquebert, Anne, Catalogue sommaire illustré des peintures du Musée du Louvre et du Musée d'Orsay, Réunion des musées nationaux, Paris, 1986.
  • Compin, Isabelle [coordinamento] ; Lacambre, Geneviève [coordinamento] ; Roquebert, Anne, Musée d'Orsay. Catalogue sommaire illustré des peintures, Réunion des musées nationaux, Paris, 1990.

Commento:

Grazie a questo ritratto in piedi di grande formato raffigurante Irma Clare, l'allora consorte dello scrittore Hector France e futura sposa del pittore, Cross entra definitivamente a far parte dell'ambiente dei neoimpressionisti. A contatto di Signac, Angrand e Van Rysselberghe, Cross assimila lentamente le teorie del gruppo. Dai suoi colloqui con Seurat, l'artista prende atto che "la colorazione delle cose cambia il loro disegno". La tecnica di divisione della pennellata è qui coniugata con un certo gusto per gli accordi decorativi.

La modella è collocata all'interno di una composizione geometrica in cui le ombre e le luci si equilibrano. La luce di una notte d'estate è evocata dal bagliore scintillante dei lampioni. L'effetto di profondità, già sottolineato da una sedia messa di sbieco, è accentuato dalla presenza di un rododendro in primo piano. Questo elemento floreale decorativo è preso in prestito dalle stampe giapponesi, molto apprezzate dagli artisti postimpressionnisti. Le figure geometriche del pavimento creano lo spazio della terrazza. Una diagonale tracciata dal manico del lungo ventaglio ripiegato, concorre nel suggerire l'impressione di profondità peraltro introdotta dalla lastricatura del pavimento.

Dietro la figura di Irma Clare si sviluppano quattro piani orizzontali: il paravento diviso in due distinte fasce – una parte inferiore massiccia e una parte superiore ritmata da motivi geometrici-, la bordatura di ventagli giapponesi bianchi, il fogliame delle piante verdi che spicca sullo sfondo di colore blu scuro. Concludiamo facendo notare come l'armonia dei toni gialli, dei blu e dei rosa conferisca al ritratto di Irma Clare una sensazione di pacata ieraticità Con estrema minuziosità Cross sviluppa il "cromoluminarismo" una tecnica che l'artista ha oramai fatto sua.

(fonte: Musée d'Orsay)