Laguna di Venezia con pescatore

Guglielmo Ciardi, Laguna di Venezia con pescatore
Autore: 
Ciardi, Guglielmo (1842-1917)
Titolo: 
Laguna di Venezia con pescatore
Altri titoli: 
Pescatore in laguna
Periodo: 
XIX secolo
Datazione: 
non datato (1880 - 1885)
Classificazione: 
Dipinto
Tecnica e materiali: 
Olio su tela
Dimensioni (altezza x larghezza in centimetri): 
47 x 82
Annotazioni: 
Firma in basso a sinistra: CIARDI
Luogo di conservazione: 
Fondazione Cassa di Risparmio delle Provincie Lombarde / Palazzo Melzi d’Eril, Milano, Italia
Acquisizione: 
Acquisto, 1982
Identificativo: 
AH01357AFC

Provenienza:

  • Milano, Collezione Luciano Tomelleri (nel 1982).

Mostre:

  • 1998-1999, Monza, n. 59.

Bibliografia:

  • Anna Ranzi, Guglielmo Ciardi, Laguna di Venezia con pescatore, in Tesori d'arte delle banche lombarde, Associazione Bancaria Italiana, Milano, 1995, n. 443, p. 237, ill.
  • Anna Ranzi, Guglielmo Ciardi, Laguna di Venezia con pescatore, in Carlo Pirovano, a cura di, Luci e colori del vero. Genti e paesi nella pittura veneta e lombarda dalle collezioni Ambroveneto-Banca Intesa e Fondazione Cariplo, catalogo della mostra, Monza, Serrone della Villa Reale, 20 novembre 1998 - 24 gennaio 1999, Electa, Milano, 1998, n. 59, p. 126, ill.
  • Sergio Rebora, Guglielmo Ciardi, Laguna di Venezia con pescatore, in Sergio Rebora, a cura di, Le collezioni d’arte. L’Ottocento, Fondazione Cassa di Risparmio delle Provincie Lombarde, Milano, 1999, n. 58, pp. 131-132, ill. p. 13.
  • Giuseppe Pavanello, Venezia: dall'età neoclassica alla “scuola del vero”, in Giuseppe Pavanello, a cura di, La pittura nel Veneto. L'Ottocento, vol. I, Giunta Regionale del Veneto, Electa, Milano, 2002, p. 68, ill. n. 116, p. 75 (Pescatore in laguna).
  • Nico Stringa, a cura di, Guglielmo Ciardi. Catalogo generale dei dipinti, Regione del Veneto, Antiga Edizioni, Crocetta del Montello, 2007, n. 133, p. 222, ill. (Pescatore in laguna).

Note:

Acquistato da un collezionista privato nel 1982, il dipinto raffigura un giovane pescatore nelle acque della laguna veneta nel pieno azzurro del mattino. Il soggetto, più volte affrontato dal pittore fin dagli anni Settanta, presenta nell’opera in Collezione una notevole qualità pittorica dove il gesto sicuro e meno analitico di altri dipinti quali In valle - Laguna veneziana permette una datazione di alcuni anni successiva. Rispetto all’opera citata, acquista qui centralità la figura del pescatore, secondo un gusto per la veduta animata che troviamo anche in Canale della Giudecca e Gondola in laguna e che caratterizza la pittura di paesaggio di altri artisti veneti come Pietro Fragiacomo del quale si può citare il Paesaggio lagunare con barche (Milano, Collezione Intesa Sanpaolo). La tela in Collezione si differenzia tuttavia per una maggiore immediatezza: il pescatore è ritratto mentre raccoglie la rete avanzando verso riva, l’orizzonte è appena accennato da macchie di colore che indicano una città in lontananza e la laguna è attraversata da alcune barche descritte da rapidi tocchi. L’osservazione del vero e la sua resa pittorica dimostrano qui la profonda influenza che ha nella pittura di paesaggio di Ciardi l’esperienza macchiaiola e della Scuola di Resina, con le quali egli si confronta negli anni della formazione, durante i soggiorni a Firenze e Napoli. Non a caso è possibile confrontare quest’opera con lo Studio di Edoardo Dalbono che pur nel diverso soggetto dimostra la stessa percezione della luce, resa nell’abbagliante blu del cielo.

(fonte: Laura Casone in www.artgate-cariplo.it)