La cuoca

Zandomeneghi, La cuoca.jpg
Autore: 
Zandomeneghi, Federico (1841-1917)
Titolo: 
La cuoca
Altri titoli: 
La cuisinière
Periodo: 
XIX secolo
Datazione: 
1881
Classificazione: 
Dipinto
Tecnica e materiali: 
Olio su tela
Dimensioni (altezza x larghezza in centimetri): 
75,5 x 46,5
Annotazioni: 
Firma e data a pennello in basso a destra: FZANDOMENEGHI / 1881
Luogo di conservazione: 
Museo Civico di Palazzo Te, Mantova, Italia
Acquisizione: 
Donazione Arnoldo Mondadori, 1983
Identificativo: 
1 [1988] - 96210001 [1996]

Note storico critiche:

Il ritratto è il primo dei generi che Zandomeneghi affronta dopo il suo trasferimento definitivo a Parigi nel 1874 (vi rimarrà sino alla morte il 31 dicembre 1917). Arrivato nella capitale francese proprio nell'anno della prima mostra degli Impressionisti, entrò subito a far parte del gruppo dei pittori "ribelli" che annoverava tra le sue fila Monet, Renoir, Degas, Pisarro. Dal 1879 iniziò ad esporre alle mostre degli Impressionisti, partecipando all'esposizioni del 1880, 1881, 1886 e 1889. Aderendo alla corrente dei "realisti" facente capo a Degas, l'artista predilesse temi derivati dalla realtà urbana e domestica contemporanea. Pur sedotto dall'Impressionismo, tuttavia Zandomeneghi non abdicò mai al suo stile mantenendo forte nella sua pittura l'equilibrio compositivo di origine toscana e la freschezza di tocco della tradizione veneziana. In quest'opera, l'artista utilizza un taglio a tre-quarti inserendo la figura in uno sfondo neutro e prestando particolare cura nella resa delle mani, grosse e sgraziate. E' possibile che l'artista abbia utilizzato come modella la sorella Tonina, modificandone le sembianze. Oltre a quest'opera appartengono al periodo impressionista di Zandomeneghi anche le opere "Al caffè" e "Il giubbetto blu" appartenenti anch'esse all Collezione Mondadori.

(fonte: Museo Civico di Palazzo Te, Mantova)

Mostre:

  • L'impressionismo di Zandomeneghi, Padova, Fondazione Bano, Palazzo Zabarella, 1 gennaio 2016 - 29 gennaio 2017.