Il gregge

Filippo Carcano, Il gregge
Autore: 
Carcano, Filippo, (1840-1914)
Titolo: 
Il gregge
Altri titoli: 
L'Umanità
Periodo: 
XX secolo
Datazione: 
non datato (1906)
Classificazione: 
Dipinto
Tecnica e materiali: 
Olio su tela
Dimensioni (altezza x larghezza in centimetri): 
136,5 x 193
Annotazioni: 
Firma in basso a sinistra: Carcano F.
Luogo di conservazione: 
Fondazione Cassa di Risparmio delle Provincie Lombarde / Gallerie d’Italia Piazza Scala, Milano, Italia
Acquisizione: 
Acquisto, 10 novembre 1982
Identificativo: 
AH01413AFC

Provenienza:

  • Orsenigo, Collezione Pietro Baragiola.
  • Milano, Collezione Eredi Baragiola (nel 1982)
  • Finarte, asta 421, Milano, 10 novembre 1982.

Bibliografia:

  • Mostra nazionale di belle arti. Catalogo illustrato, Capriolo e Massimino, Milano, s.d. [1906], n. 4, p. 120. 
  • Guido Marangoni, L’arte sociale all’Esposizione. II. I pittori, in Ercole Arturo Marescotti - Edoardo Ximenes, a cura di, Milano e l'Esposizione internazionale del Sempione. 1906. Cronaca illustrata dell'Esposizione, n. 22, Fratelli Treves, Milano, 1906, p. 335.
  • Lucio Lucilio, Le Belle Arti all'Esposizione di Milano, in "Natura ed Arte. Rassegna quindicinale illustrata italiana e straniera di scienze, lettere ed arti", a. XV, v. II, fasc. XVIII, Casa Editrice Dott. Francesco Vallardi, Milano, agosto 1906, p. 379.
  • Guido Marangoni, Filippo Carcano, in "Vita d'Arte. Rivista mensile d'arte moderna", a. VII, vol. XIII, n. 75, Milano, marzo 1914, ill. p. 31 (L'Umanità).
  • Almerico Ribera, Filippo Carcano, Edizioni d'Arte E. Celanza, Torino, 1916, ill. n. 48, s.p. (L'Umanità).
  • Enrico Piceni - Mia Cinotti, La pittura a Milano dal 1815 al 1915, in Storia di Milano, vol. XV, Fondazione Treccani degli Alfieri per la Storia di Milano, Milano, 1962, p. 542 (L'Umanità).
  • Dipinti del XIX secolo, Asta 421, Finarte, Milano, 1982, n. 225, p. 73, ill. (L'Umanità). 
  • Guido Cesura, Filippo Carcano, Cavallotti, Milano, 1986, p. 55, ill. n. 48 (L'Umanità).
  • Maria Angela Previtera, Filippo Carcano, L'umanità, in Tesori d'arte delle banche lombarde, Associazione Bancaria Italiana, Milano, 1995, n. 434, p. 233, ill.
  • Maria Angela Previtera, Filippo Carcano, L'umanità, in Carlo Pirovano, a cura di, Luci e colori del vero. Genti e paesi nella pittura veneta e lombarda dalle collezioni Ambroveneto-Banca Intesa e Fondazione Cariplo, catalogo della mostra, Monza, Serrone della Villa Reale, 20 novembre 1998 - 24 gennaio 1999, Electa, Milano, 1998, n. 56, p. 123, ill. 
  • Sergio Rebora, Filippo Carcano, Il gregge o L'Umanità, in Sergio Rebora, a cura di, Le collezioni d’arte. L’Ottocento, Fondazione Cassa di Risparmio delle Provincie Lombarde, Milano, 1999, n. 45, pp. 113-114, ill. p. 113.
  • Fernando Noris, a cura di, Ottocento tra realtà e sogno. Il lungo secolo della pittura italiana e lombarda, catalogo della mostra, Bergamo, Spazio Viterbi, 28 novembre 2008 - 22 febbraio 2009, Provincia di Bergamo - Fondazione Cariplo, Bergamo - Milano, 2008, ill. p. 79.
  • Paola Segramora Rivolta, in Fernando Mazzocca, a cura di, Da Canova a Boccioni. Le collezioni della Fondazione Cariplo e di Intesa Sanpaolo, Skira, Milano, 2011, n. XII.187, pp. 247-248, ill.

Note:

L’opera proviene dalla collezione di Pietro Baragiola (1854-1914), deputato, industriale e pioniere dei nuovi metodi di agricoltura nelle sue tenute di Rogoredo e Orsenigo, nonché mecenate illuminato e collezionista d’arte contemporanea, ricordato alla sua morte con l’edizione di un premio per la pittura di paesaggio dal vero a lui intitolato, e fra i principali estimatori della pittura di Filippo Carcano. La grande tela può essere identificata con Il gregge, dipinto presentato alla mostra personale allestita in occasione dell’Esposizione nazionale di belle arti di Milano del 1906. Alcuni anni più tardi Carcano esegue una replica all’acquerello dal titolo L’Umanità con la quale partecipa nel 1911 all’Esposizione della Società degli acquerellisti lombardi. Da questo momento in poi la critica indicherà con lo stesso titolo anche il dipinto in Collezione.

Il pittore raffigura entro una composizione suddivisa dalla linea dell’orizzonte un gregge in cammino verso il sole al momento del suo sorgere, metafora del percorso dei fedeli alla ricerca della guida salvifica di Cristo, non a caso accostata nel 1906 al dipinto Divin Pastore (collezione privata).

Il soggetto religioso e l’attenzione per iconografie dal carattere mistico-simbolico non sono nuovi nell’opera di Filippo Carcano che, a partire dall’ultimo decennio del XIX secolo, affianca ai soggetti più tradizionali della pittura naturalista i temi del moderno simbolismo. Nel 1897 egli ottiene il premio Principe Umberto presentando alla II Triennale di Milano Gesù che bacia l’Umanità (collezione privata) e negli anni seguenti torna ad affrontare questi soggetti, fino a Il gregge dove la pittura si alleggerisce di ogni accento naturalista e si semplifica nelle sole tonalità grigio-turchine. La stesura pittorica è condotta con brevissime pennellate che sfiorano la trama della tela, su una preparazione grigia dove le forme appaiono per accostamento di tocchi; la raffinatezza tecnica dimostra le notevoli qualità artistiche del pittore che, formatosi alla scuola del naturalismo lombardo e tra i suoi principali esponenti, è negli anni della maturità ancora un grande innovatore.

Dal novembre 2011 l’opera è visibile nell’allestimento delle Gallerie d’Italia a Milano.

(fonte: Laura Casone in www.artgate-cariplo.it)