I quattro pioppi

Zandomeneghi, I quattro pioppi.jpg
Autore: 
Zandomeneghi, Federico (1841-1917)
Titolo: 
I quattro pioppi
Periodo: 
XIX secolo
Datazione: 
1897
Classificazione: 
Disegno
Tecnica e materiali: 
Pastello su carta
Dimensioni (altezza x larghezza in centimetri): 
64 x 49
Annotazioni: 
Firma e data, in basso a destra: Zandomeneghi / 97
Luogo di conservazione: 
Pinacoteca Comunale, Faenza (Ravenna), Italia
Acquisizione: 
Donazione Zauli Naldi, 1965
Identificativo: 
40

Commento:

È stato acquisito nel 1965 grazie al lascito testamentario del conte Luigi Zauli-Naldi. Sul retro è incollato il cartellino della Biennale di Venezia del 1914, in cui il quadro fu esposto nella sala dedicata da Vittorio Pica alla mostra personale dell’artista, mostra che non ottenne grande successo dato che la sua pittura apparve troppo avanzata rispetto alle preferenze della critica ufficiale dell’epoca. È una delle molte opere eseguite nella lunga stagione parigina, iniziata nel 1874 e conclusa solo con la morte, in un momento in cui il successo di pubblico ottenuto anche grazie all’appoggio del gallerista Durand-Ruel lo spingeva ad una abbondante produzione. La poetica impressionista, evidente anche nella scelta di soggetti come questo, è rivissuta con uno stile alquanto personale, in cui non viene mai del tutto meno la giovanile educazione veneziana che si affida alla tecnica del pastello per la resa di delicati e vaporosi passaggi tonali.

(fonte: Pinacoteca Comunale, Faenza)

Bibliografia:

  • XI Esposizione Internazionale d’ Arte, Venezia, 1914, p. 40.
  • Mostra di esemplari delle collezioni d’arte Zauli-Naldi, cat. mostra, Faenza, 1965.
  • A. Archi, La donazione Zauli-Naldi alla Pinacoteca Comunale di Faenza, in “Musei e Gallerie d’ Italia” XI, 1966, p. 45.
  • Pittura dell’Ottocento e Novecento dalle collezioni della Pinacoteca Comunale di Faenza, cat. mostra a cura di S. Casadei, Faenza, 1993, pp. 32 e 67.

Mostre:

  • Da Zandomeneghi a Morandi. Maestri dell'Arte Italiana del XX secolo nella Pinacoteca Comunale di Faenza. 2 dicembre 2006 - 11 febbraio 2007.