I poveri sui gradini del convento di Aracoeli (Impressioni di Roma)

Federico Zandomeneghi, I poveri sui gradini del convento di Aracoeli (Impressioni di Roma)
Autore: 
Zandomeneghi, Federico (1841-1917)
Titolo: 
I poveri sui gradini del convento di Aracoeli (Impressioni di Roma)
Periodo: 
XIX secolo
Datazione: 
non datato (1872)
Classificazione: 
Dipinto
Tecnica e materiali: 
Olio su tela
Dimensioni (altezza x larghezza in centimetri): 
79 x 168
Luogo di conservazione: 
Pinacoteca di Brera, Milano, Italia
Identificativo: 
03 00180747 (Catalogo Generale Beni Culturali)

Notizie storico-critiche:

Il dipinto fu acquistato dal Ministero della Pubblica Istruzione per mille lire. La consueta identificazione dell'edificio, posto nello sfondo, con la Chiesa di Santa Maria d'Aracoeli è stata messa in dubbio da Maltese (Maltese, 1967, p. 21) che ritiene correttamente si tratti di San Gregorio al Celio. Lo studioso sostiene inoltre che l'opera, insieme con "Gli spazzini di San Rocco" del 1869, risente dell'influsso di Cammarano ed indica come entrambe le opere siano tra i primi quadri in Italia "impegnati(e) nel senso del verismo sociale". Anche Poggialini Tominetti (Arte e Socialità..., 1979, pp. 224-225) mette in risalto la data precoce del dipinto ed evidenzia il particolare taglio orizzontale dell'immagine. In una lettera del 4 agosto 1908 a Vittorio Pica (in Vitali, 1953, p. 329) Zandomeneghi ricorda il quadro e dice che fu eseguito a Roma nel 1872, venne esposto a Brera nello stesso anno, venne acquistato dal ministero e rimase in una galleria della città (probabilmente a Brera) e là (1875-1876) venne visto da Manet, che gliene parlò; chiede inoltre a Pica di verificare se si trova ancora lì.

(fonte: www.beni-culturali.eu)