Grassi e magri

Enrico Lionne, Grassi e magri
Autore: 
Della Leonessa alias Lionne, Enrico (1865-1921)
Titolo: 
Grassi e magri
Periodo: 
XIX secolo
Datazione: 
1899
Classificazione: 
Dipinto
Tecnica e materiali: 
Olio su tela
Dimensioni (altezza x larghezza in centimetri): 
100 x 150
Annotazioni: 
Firma e data in basso a destra: Lionne 99
Luogo di conservazione: 
Galleria Nazionale d’Arte Moderna, Roma, Italia
Acquisizione: 
Acquistato da Amatori e Cultori di Roma, 1904
Identificativo: 
Codice di Catalogo Nazionale 1200491741

Notizie storico critiche:

L'opera fu esposta nel 1899 alla III Biennale di Venezia con il titolo "Nella campagna romana". È una la prima tela di Lionne dedicata interamente alla vita popolare romana dei giorni di festa: in essa è forte l'accento satirico che caratterizza la sua pratica di illustratore e vignettista mondano (Lionne fu inizialmente chiamato a Roma da Edoardo Scarfoglio e Matilde Serao per illustrare il "Giornale di Roma". Cfr. Pinto, 2005, op. cit.). Accanto alla sottile perizia tecnica nel rendere il contrasto di luci e ombre di un pomeriggio d'estate nei dintorni di Roma, ottenuto impiegando la tecnica divisionista e il relativo accostamento di colori complementari, l'opera denota l'acume del perspicace osservatore della realtà: in una villa della campagna romana alcuni grassi personaggi pranzano allegramente, mentre due poveri e magri suonatori intonano una canzonetta. Attraverso questo contrasto vivo e potente, l'autore offre una satira briosa contro la borghesia.

Bibliografia:

  • Pica V., "Artisti contemporanei: Enrico Lionne", in Emporium, 1914, XL, pp. 404, 412.
  • Belli G., Divisionismo italiano, Milano, 1990, pp. 271-272.
  • Bonasegale G., Catalogo generale della Galleria Comunale d'Arte Moderna e Contemporanea, Roma, 1995, p. 540.

(fonte: Catalogo Generale dei Beni Culturali)