Giovane signora

Tranquillo Cremona, Giovane signora
Autore: 
Cremona, Tranquillo (1837-1878)
Titolo: 
Giovane signora
Periodo: 
XIX secolo
Datazione: 
non datato (1874 circa)
Classificazione: 
Dipinto
Tecnica e materiali: 
Olio su tela
Dimensioni (altezza x larghezza in centimetri): 
63 x 53 (ovale)
Luogo di conservazione: 
Musei Civici, Pavia, Italia
Acquisizione: 
Donazione di Giulio Moroni, 2001
Identificativo: 
P 1620

Notizie storico critiche:

Acquistato da Carla e Giulio Morone presso la Galleria Mondial di Milano dopo il 1970, il dipinto reca sul retro una targhetta con la scritta che identifica in Serafina De Vincenti Duroni la donna raffigurata. Eppure il volto della fanciulla ricorda decisamente quello di Elisa Cagnoni, sorella della moglie del pittore, ritratta dal Cremona in moltissimi suoi dipinti; tra i quali, degni di nota sono: Attrazione e High life (Milano, Civica Galleria d'Arte Moderna), Silenzio amoroso (Roma, Galleria Nazionale d'Arte Moderna) e L'edera (Galleria civica d'Arte moderna e contemporanea di Torino). Sembra quindi lecito supporre che la targhetta sul retro sia un'aggiunta successiva al dipinto, ipotesi pertanto confermata da una prima analisi della grafia della scritta. La Bossaglia data l'opera al 1874, in quanto a suo avviso il dipinto mostra molte affinità con la produzione di quegli anni, dal Ritratto della signora Dell'Acqua (R. Bossaglia, Tarquinio Cremona, Milano 1994, n. 129), al Ritratto di Benedetto Junck della Galleria civica d'Arte moderna e contemporanea di Torino (Idem, n. 130), al Silenzio Amoroso della Galleria d'Arte Moderna di Roma (Idem, n. 131).

(fonte: http://www.lombardiabeniculturali.it)