Due aringhe

Bazille, Due aringhe.jpg
Autore: 
Bazille, Jean Frédéric (1841-1870)
Titolo: 
Due aringhe
Altri titoli: 
Deux harengs
Periodo: 
XIX secolo
Datazione: 
non datato (1864)
Classificazione: 
Dipinto
Tecnica e materiali: 
Olio su tela
Dimensioni (altezza x larghezza in centimetri): 
41 x 27
Luogo di conservazione: 
Musée Fabre, Montpellier, France
Acquisizione: 
Acquisto della Communauté d'Agglomération de Montpellier, 2009
Identificativo: 
2009.3.2

Commento:

Questo dipinto di piccole dimensioni, databile 1864, insieme a Couvercles de bouillon, risale ai primi passi dell'artista a Parigi. Nello studio di Charles Gleyre, il giovane Bazille incontra Monet, Renoir e Sisley. Essi hanno in comune la volontà di rinnovare la pittura iscrivendosi nel percorso tracciato da Courbet e Manet. L'influenza di quest'ultimo nei due dipinti è chiara: la semplicità della composizione, l'esecuzione franca trattata con un impasto denso, la modestia di questi oggetti di uso quotidiano rinviano ai capolavori di Manet. L'impressionismo ridarà onore alla natura morta, genere minore e disprezzato dalla Accademia, per farne uno dei migliori veicoli della modernità, aprendo la strada a Cézanne e Picasso.

Provenienza:

  • Vassy-Jalenques, Clermont-Ferrand, asta del 31 gennaio 2009, lotto 230.

Mostre:

  • Brooklyn Museum, New York, Frederic Bazille: Prophet of Impressionism, 13 novembre 1992 - 24 gennaio 1993.