Ampio orizzonte

Ettore Tito, Ampio orizzonte
Autore: 
Tito, Ettore (1859-1941)
Titolo: 
Ampio orizzonte
Periodo: 
XX secolo
Datazione: 
1910
Classificazione: 
Dipinto
Tecnica e materiali: 
Olio su tela
Dimensioni (altezza x larghezza in centimetri): 
110 x 82
Annotazioni: 
DFirma e data in basso a sinistra. E. Tito 1910
Luogo di conservazione: 
Galleria Nazionale d’Arte Moderna, Roma, Italia
Acquisizione: 
Acquisto alla Biennale di Venezia, 1910
Identificativo: 
Codice ICCD 12 00826966

Notizie storico-critiche:

Ampio orizzonte - esposto alla Biennale di Venezia del 1910 dove fu acquistato dallo Stato - è una tipica opera della maturità di Tito che concentra l'attenzione sulla scena marina e sulle bagnanti, una tematica ricorrente nella pittura italiana a cavallo del secolo e in particolare dello stesso Tito. Come evidente anche nell'opera in esame, per le sue scene costiere il pittore si era lasciato suggestionare dalle luminose marine di Joaquim Sorolla che avevano avuto ampio successo alle Biennali veneziane. Le suggestioni del pittore valenciano sono evidenti nel dipinto, oltre che nella scelta tematica, anche in alcune soluzioni stilistiche, a partire dall'utilizzo di una pasta cromatica spessa, dai toni ambrati e brillanti che evocano la solarità estiva riflessa sulle stoffe chiare. Il mare mosso, realizzato con larghe pennellate svirgolate, è invece una cifra stilistica inconfondibile di Tito, una maniera di dipingere derivata dallo studio della pittura veneta cinquecentesca e settecentesca, aggiornata però dal contatto con figure del mondo artistico internazionale, come Sargent, che soggiornava spesso in laguna. Il dipinto trova affinità con "Sullo Sprone (murazzi lido)" del medesimo anno, ora in una collezione privata padovana, una veduta marina ripresa dallo stesso punto di vista, ma notevolmente differente nel tema e nell'impaginazione, poiché questo ha una veduta molto più dilatata ed è abitato da una moltitudine di bagnanti; sul molo a sinistra, però, si individuano due figurette avvolte in vestaglie bianche gonfiate dal vento simili alle protagoniste di "Ampio orizzonte" (Mazzanti 1998, n.27, p. 208). Un bozzetto per il dipinto in esame invece, può essere riconosciuto nelle "Bagnanti" del museo Revoltella di Trieste, che risulta quasi identico alla redazione finale, salvo che per le ridotte dimensioni (49,5 x 35).

Bibliografia:

  • Catalogo della IX Esposizione Internazionale della Città di Venezia, Venezia 1910, p. 117, n. 27.
  • E. Cozzani, La Nona Internazionale d'arte di Venezia, in "Vita d'Arte", n.30 (1910), pp. 211-212, rip. p.214;- I. Neri, Ettore Tito, Bergamo 1916, p.17, rip. p.65.
  • A. Mazzanti, in Arte d'Europa tra due secoli, 1895-1914, Trieste, Venezia e le biennali, catalogo della mostra (Trieste, Museo Revoltella), a cura di M. Masau Dan, G. Pavanello, Milano 1995, p. 246.
  • A. Mazzanti, in Ettore Tito (1859 - 1941), catalogo della mostra (Venezia, Fondazione Giorgio Cini), a cura di A. Bettagno, Milano 1998, pp. 99, 208.

(fonte: Catalogo Generale dei Beni Culturali)