Paesaggio

Lega, Paesaggio.png
Autore: 
Lega, Silvestro (1826-1895)
Titolo: 
Paesaggio
Altri titoli: 
Villa a Pergentina
Periodo: 
XIX secolo
Datazione: 
1864-1869
Classificazione: 
Dipinto
Tecnica e materiali: 
Olio su tavola
Dimensioni (altezza x larghezza in centimetri): 
13 x 28
Annotazioni: 
Firma e data in basso a destra: S. Lega 186(?)
Luogo di conservazione: 
Pinacoteca Comunale Silvestro Lega, Modigliana (Forlì-Cesena), Italia

Note storico critiche:

La storia e le vicende di quest'opera non sono del tutto chiare, innanzi tutto perchè spesso il titolo tramandato dalla critica è "Villa a Pergentina" (Piagentina), titolo che risulta anche nell'inventario della Pinacoteca di Modigliana. Si sa con certezza solo che l'opera dapprima era presso la casa di Don Giovanni Verità a Modigliana. Secondo Matteucci (1987) potrebbe trattarsi di uno dei paesaggi regalati talvolta da Lega agli amici di Modigliana fin dai tempi di Piagentina, quelli per esempio inviati da a Luigi Savorani per collocarli in una lotteria di Modigliana nel 1865. Inoltre sorge il problema della data, illeggibile nella parte finale: il Durbé (1976) ha sempre inteso "1869" e considerato l'opera in linea con la "fattura più intima e raccolta" del pieno periodo di Piagentina, mentre il Matteucci avanzando un confronto con "L'elemosina" (Oratorio del Cantone, in Modigliana) del 1864 propone appunto il 1864 come data di esecuzione. Ancora recentemente si è ribadita la difficoltà della datazione esatta poichè lo stile di Lega rimane sostanzialmente uniforme fino al 1870. Esiste comunque una tradizione orale diffusa a Modigliana, che identifica il luogo con un punto della strada che collega la città natale di Lega a Tredozio, vicino a Dogali; un'ipotesi condivisa da Durbé che confronta l'edificio in ombra con quello raffigurato in un'opera del 1885 forse esposta a Faenza con il titolo San Marzeno-Via Faentina.

(Matteucci, Sisi 1995)

Mostre:

  • Silvestro Lega 1826-1895. Opere delle Collezioni pubbliche e private nel centenario della morte, Modigliana (FC), 1995.

(fonte: ibc patrimonio culturale, regione Emilia-Romagna)