Ziem, Félix

Félix Ziem, foto di autore anonimo, 1865 circa, Paris, Bibliothèque nationale de France
Cognome: 
Ziem
Nome: 
Félix-Francois Georges Philibert
Alias: 
Félix Ziem
Luogo di nascita: 
Beaune
Data di nascita: 
1821
Luogo di morte: 
Parigi
Data di morte: 
1911
Nazionalità: 
Francese
Biografia: 

 

Félix-Francois Georges Philibert nasce a Beaune (Côte d'Or) il 25 febbraio 1821 e muore a Parigi il 10 novembre 1911. Cominciò a dipingere acquerelli mentre era studente d’architettura a Digione. Durante un viaggio in Italia conobbe il conte Gagarin, che lo condusse con sé in Russia, dove soggiornò due anni, dal 1841 al 1843. Le opere giovanili sono contrassegnate da un tocco leggero, che rammenta la sua esperienza di acquerellista. I suoi primi dipinti ricordano anche la scuola inglese e, per le ricerche luministe, si accostano a Corot e ai pittori di Barbizon. Intorno al 1855 si specializzò in vedute di Venezia e della Turchia, adottando impasti dai colori scintillanti, trattati con notevole virtuosismo. Malgrado il grande successo della sua produzione orientalista, oggi si preferiscono i suoi schizzi, piú spontanei, di cui il Petit Palais a Parigi possiede un’ampia serie. Un altro gruppo di dipinti è conservato a Martigues, dove Ziem ebbe uno studio dal 1861. È inoltre rappresentato in numerosi musei di provincia, talvolta con intere serie (MBA di Reims, Beaune e soprattutto Digione).

(fonte: Hélène Toussaint in Storia dell’arte Einaudi)