Tannenbaum va a New York

Max Beckmann, Tannenbaum va a New York | Tannenbaum geht nach New York
Autore: 
Beckmann, Max (1884-1950)
Titolo: 
Tannenbaum va a New York
Altri titoli: 
Tannenbaum geht nach New York
Bildnis Herbert Tannenbaum
Tannenbaum is going to America
Periodo: 
XX secolo
Datazione: 
1947
Classificazione: 
Dipinto
Tecnica e materiali: 
Olio su tessuto
Dimensioni (altezza x larghezza in centimetri): 
95,4 x 35,9
Annotazioni: 
Iscrizione e firma in alto a sinistra
Luogo di conservazione: 
Kunsthalle Mannheim, Deutschland
Acquisizione: 
Acquisto, 2004

Commento:

Anche se dietro questo ritratto c'è una storia seria, un dettaglio - l'abete - fa sembrare, a prima vista, il quadro di Beckmann quasi umoristico. L'uomo che fuma in giacca e cravatta è il mercante d'arte di Mannheim Herbert Tannenbaum (1892-1958), che non solo era un volontario alla Kunsthalle Mannheim nel 1913, ma che qui tiene tra le mani i segni della sua professione (la cornice) e il suo nome (l'alberello). Tramite Tannenbaum la Kunsthalle è entrata in possesso di opere di Marc Chagall (1887-1985), Pablo Picasso (1881-1973) e Auguste Rodin (1840-1917). Max Beckmann, a sua volta, era uno degli amici del mercante d'arte. Entrambi dovettero fuggire dai nazionalsocialisti ad Amsterdam nel 1937 e cercarono di continuare il loro viaggio verso gli Stati Uniti. Beckmann completò il suo ritratto poco prima che Tannenbaum partisse per New York nell'estate del 1947. Mostra l'amico in pieno possesso della sua identità, per così dire: nonostante la guerra e le persecuzioni, mantiene il suo nome e la sua professione. In questo senso, la pittura di Beckmann è un doppio manifesto: documenta la sopravvivenza di Tannenbaum e la continuazione di un'amicizia.

(fonte: Kunsthalle Mannheim)