Sulla spiaggia

Manet, Sulla spiaggia [1873].jpg
Manet, Sulla spiaggia [1873] [cornice].jpg
Autore: 
Manet, Édouard (1832-1883)
Titolo: 
Sulla spiaggia
Altri titoli: 
Sur la plage
Periodo: 
XIX secolo
Datazione: 
non datato (1873)
Classificazione: 
Dipinto
Tecnica e materiali: 
Olio su tela
Dimensioni (altezza x larghezza in centimetri): 
60 x 73,5 (supporto)
85,3 x 100 (con cornice)
Annotazioni: 
Firma in basso a destra: Manet
Luogo di conservazione: 
Musée d′Orsay, Paris, France
Acquisizione: 
Donazione con riserva di usufrutto di Jean-Edouard Dubrujeaud
Identificativo: 
RF 1953 24

Commento:

Manet dipinge questo quadro durante l'estate 1873, nel corso di tre settimane trascorse con la sua famiglia nella cittadina costiera di Berck-sur-Mer. Fa posare sua moglie e suo fratello sulla spiaggia come testimoniano alcuni granelli di sabbia mischiati con la pittura. Suzanne, ben protetta dal sole e dal vento, coperta da una veletta di mussola e con indosso abiti estivi è assorta nella lettura. Eugène, il fratello del pittore e futuro sposo di Berthe Morisot, contempla il mare in lontananza nella stessa identica posizione di dieci anni prima in Colazione sull'erba. I due triangoli che formano i personaggi danno ordine alla composizione. I protagonisti della tela voltano le spalle allo spettatore e ognuno dei due sembra assorto nel proprio universo personale. Questo isolamento conferisce al quadro un'indefinibile impressione di malinconia.
La ridotta gamma di tonalità utilizzata da Manet comprende i neri ed i grigi, colori abitualmente banditi dalla tavolozza impressionista. Il pittore prende in prestito dalla giovane scuola la pennellata fluida e leggera che suggerisce molto di più di quanto essa descriva. Questa impressione è soprattutto forte nel paesaggio circostante che sembra trascurato: in questo modo, l'orizzonte sul quale beccheggiano alcune barche a vela è stato collocato quasi sul bordo della tela, come se il pittore avesse infranto le regole della prospettiva. I mutamenti delle onde marine, che vanno dal blu oltremare profondo al verde smeraldo, sono resi con una sfumatura di strisce orizzontali di colore che si succedono in un potente crescendo. Infine, lo spazio è privato di ogni effetto di profondità e sembra come appiattito. Questa è proprio la ragione per la quale quest'opera viene considerata come uno dei quadri di Manet in cui il "giapponismo" traspare in tutta la sua evidenza.
Questa tela, un tempo di proprietà del celebre sarto Jacques Doucet, è oggi esposta in una superba cornice in stile art déco in lacca rossa e nera che accentua il carattere estremamente orientale del quadro.

(fonte: Musée d'Orsay)

Provenienza:

  • Collezione Henri Rouart, acquistato dall'artista tramite Duret, 1873-1912.
  • Vendita Henri Rouart, Parigi, Galerie Manzi-Joyant, 9-11 dicembre 1912, n. 237.
  • Collezione Fajard, acquistato nella vendita H. Rouart.
  • Collezione Jacques Doucet, Paris.
  • Collezione Jean-Edouard Dubrujeaud, fino al 1953.
  • Donazione con riserva di usufrutto di Jean-Edouard Dubrujeaud, 1953.
  • Musée du Louvre, Parigi, galerie du Jeu de Paume, Parigi, 1970-1986.
  • Musée d'Orsay, Parigi, 1986.

Mostre:

  • Exposition des oeuvres de Edouard Manet, Parigi, Francia, 1884.
  • Exposition des peintres impressionnistes, Bruxelles, Belgio, 1904.
  • Cinquante ans de peinture française : 1875-1925, Parigi, Francia, 1925.
  • Exposition rétrospective d'art français, Amsterdam, Paesi Bassi, 1926.
  • Exposition Manet, 1832-1887, Parigi, Francia, 1932.
  • Manet, Marsiglia, Francia, 1961.
  • Vingt ans d'acquisitions au Musée du Louvre, 1947-1967, Parigi, Francia, 1967.
  • Manet and Modern Paris, Washington, USA, 1982.
  • Manet : 1832-1883, Parigi, Francia, 1983.
  • Six chefs d'oeuvre français, Parigi, Francia, 1999.
  • Rêve et réalité - Colleziones du Musée d'Orsay, Kobé, Giappone, 1999.
  • Rêve et réalité. Colleziones du Musée d'Orsay, Tokyo, Giappone, 1999.
  • Edouard Manet und die Impressionisten, Stuttgart, Germania, 2002.
  • Manet and the sea : Seascapes by Manet & his Predecessors, Contemporaries, & Successors, Chicago, USA, 2003.
  • Manet and the sea, Philadelphia, USA, 2004.
  • Van Gogh en de zee, Amsterdam, Paesi Bassi, 2004.
  • Impressionists by the sea, Londra, Gran Bretagna, 2007.
  • Impressionists by the sea, Washington, USA, 2007.
  • Impressionists by the sea, Hartford, USA, 2008.
  • Manet et le Paris moderne, Tokyo, Giappone, 2010.
  • Birth of Impressionism. Masterpieces from the Musée d'Orsay, Nashville, USA, 2010.
  • Manet, inventeur du Moderne, Parigi, Francia, 2011.
  • Debussy, la musique et les arts, Parigi, Francia, 2012.
  • Debussy, la musique et les arts, Tokyo, Giappone, 2012.

Bibliografia:

  • Jamot Paul - Wildenstein Georges - Bataille Marie-Louise, Manet, catalogue critique, Parigi, 1932.
  • Tabarant Adolphe, Manet et ses oeuvres, Parigi, 1947.
  • Orienti Sandra, Tout l'oeuvre peint d'Édouard Manet, Parigi, 1970.
  • Rouart Denis - Wildenstein Daniel, Edouard Manet. Catalogue raisonné, Parigi, 1976.
  • Anonyme, Manet : 1832-1883 [cat. mostra], Parigi, 1983.
  • Compin Isabelle - Roquebert Anne, Catalogue sommaire illustré des peintures du Musée du Louvre et du Musée d'Orsay, Parigi, 1986.
  • Compin Isabelle - Lacambre Geneviève [coordinamento] - Roquebert Anne, Musée d'Orsay. Catalogue sommaire illustré des peintures, Parigi, 1990.