Studio per ’Poussin trova il soggetto per il suo Mosé’ [fronte] | Studio per ’Martiri cristiani che entrano nell'anfiteatro’ [retro]

François Léon Benouville, Studio per 'Poussin trova il soggetto del suo Mose'[recto] | Étude pour 'Poussin trouve le sujet de son Moïse' [recto]
François Léon Benouville, Studio per 'Martiri cristiani che entrano nell'anfiteatro' [verso] | Étude pour Martyrs chrétiens entrant à l'amphithéâtre' [verso]
Autore: 
Benouville, François Léon (1821-1859)
Titolo: 
Studio per ’Poussin trova il soggetto per il suo Mosé’ [fronte] | Studio per ’Martiri cristiani che entrano nell'anfiteatro’ [retro]
Altri titoli: 
Étude pour 'Poussin trouve le sujet de son Moïse' [recto]
Étude pour Martyrs chrétiens entrant à l'amphithéâtre' [verso]
Periodo: 
XIX secolo
Datazione: 
non datato (1857 circa) [fronte] | (1855 circa) [retro]
Classificazione: 
Disegno
Tecnica e materiali: 
Penna e inchiostro nero e marrone su gesso bianco e nero [fronte] | Penna e inchiostro su gesso nero, acquerello e tempera [verso]
Dimensioni (altezza x larghezza in centimetri): 
38,2 x 25,5
Luogo di conservazione: 
British Museum, London, England, UK
Acquisizione: 
Acquisto presso la Galerie Fischer-Kiene, 1993
Identificativo: 
1993,1106.2

Commento:

Poussin, Mosè salvato dalle acqueLo studio, al recto, raffigura la lavandaia romana che troviamo sul lato destro del dipinto del 1855, esposto al Salon del 1857 (Aubrun, n. 205, p 171, venduto da Christie, New York, 2 maggio 2000, lotto 8). Il dipinto raffigura Poussin che osserva un gruppo di lavandaie, una delle quali sta lavando un bambino. Il concetto è che questa scena abbia ispirato la composizione di Nicolas Poussin, Moïse sauvé des eaux, conservato nel Musée du Louvre. Il dipinto di Benouville è citato nello studio di Richard Verdi sul tema (vedi 'La vita di Poussin in immagini ottocentesche', "The Burlington Magazine", 111.801, dicembre 1969, pp. 741-747).

Le due figure sul verso sono studi per la coppia centrale di martiri cristiani nel suo dipinto 'Martiri cristiani che entrano nell'anfiteatro' del 1855 conservato nel Musée d'Orsay, Paris (inv. 20042; Aubrun n. 162). Nel lavoro finale, la figura a destra del diacono è una santa, Blandina, ma nelle fasi iniziali, tra cui un acquerello finito del 1851 esposto al Salon nel 1852, conservato al Louvre (Aubrun D. 163), entrambi erano maschi come nel disegno del British Museum. L'artista ha concepito il dipinto quando era ancora studente a Villa Medici a Roma nel 1850, come risulta da uno studio, per i martiri di Angers, a penna e lavis datato (Aubrun D. 165).

Bibliografia:

  • M.-M. Aubrun, Léon Bénouville 1821-1859: catalogue raisonné de l'oeuvre, Nantes, 1981, n. D. 219 (recto) e D. 173 (verso).

Mostre:

  • 1996, British Museum, French Drawings from the BM, senza catalogo.