Sogno e realtà (trittico)

Morbelli, Sogno e realta.png
Autore: 
Morbelli, Angelo (1853-1919)
Titolo: 
Sogno e realtà (trittico)
Altri titoli: 
La vita (trittico)
Trittico della vita
Periodo: 
XX secolo
Datazione: 
1905
Classificazione: 
Dipinto
Dimensioni (altezza x larghezza in centimetri): 
112 x 80
112 x 79
112 x 80
Annotazioni: 
Firma e data in basso a destra sul libro: MORBELLI / 1905
Luogo di conservazione: 
Fondazione Cassa di Risparmio delle Provincie Lombarde / Gallerie d’Italia Piazza Scala, Milano, Italia
Acquisizione: 
Acquisto, 1984
Identificativo: 
AH01476AFC

Note storico critiche:

Il trittico, proveniente dalla raccolta milanese di Federico Aurnheimer e successivamente passato in quella di Pietro Ruffini che ne possedeva anche il disegno preparatorio, è apparso nel 1905 alla VI Esposizione internazionale d’arte della città di Venezia.
Il pittore riprende un tema ricorrente nella sua pittura, affrontato fin dal 1888 quando, all’annuale manifestazione dell’Accademia di Brera, ottiene il premio Fumagalli con il dipinto Giorni... ultimi! (Milano, Galleria d’Arte Moderna), già esposto a Venezia nel 1887 e primo di una serie di opere eseguite nell’arco del decennio successivo sulla condizione degli anziani ospiti del Pio Albergo Trivulzio in via della Signora.
All’inizio del nuovo secolo una rinnovata attenzione per il tema porta il pittore ad allestire un proprio studio nel palazzo Trivulzio, prima del trasferimento dell’istituto, nel 1910, in un più ampio complesso alla periferia cittadina. Queste ricerche conducono Morbelli dal verismo della sua prima pittura sociale a una riflessione che accoglie una nuova sensibilità vicina al simbolismo, nell’ambito di uno studio sempre più maturo sui principi scientifici della pittura divisionista. Esito di questi anni di lavoro è il ciclo di dipinti intitolato Poema della Vecchiaia, di cui il trittico in Collezione rappresenta l’epilogo. Nel 1904 il pittore, descrivendo l’opera non ancora ultimata all’amico Giuseppe Pellizza, parla di due anziani coniugi che, assopiti, ricordano in un sogno comune l’idillio dell’amore passato. L’ultima età della vita si ricongiunge così a quella giovanile attraverso il sogno e il ricordo e questa labile continuità, simbolo del ciclo della vita, è fisicamente scandita dall’arabesco della balaustra che ricorre nella visione onirica della giovane coppia così come nell’immagine dei due anziani addormentati. Il tema del ricordo come rievocazione di un’età della vita ormai trascorsa, già presente nella letteratura decadente, può considerarsi il filo conduttore delle opere eseguite in questi anni: citiamo almeno Mi ricordo quand’ero fanciulla (Tortona, Collezione Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona), presentata nel 1903 assieme ad altri cinque episodi del Poema alla V Esposizione internazionale d’arte della città di Venezia.
Dal novembre 2011 l’opera è visibile nell’allestimento delle Gallerie d’Italia a Milano.

Provenienza:

  • Milano, Collezione Federico Aurnheimer (nel 1919).
  • Milano, Collezione Pietro Ruffini (nel 1928 e fino al 1940).
  • Como, collezione privata (nel 1984).

Mostre:

  • 1905, Venezia, sala XXVI-XXVII, n. 31.
  • 1920, Milano, Famiglia Artistica, Mostra di Angelo Morbelli, sala I, n. 3 (catalogo non reperito).
  • 1929-1930, Milano, s.n.
  • 1940, Alessandria, n. 46.
  • 1982, Alessandria-Roma, n. 42.
  • 1990, Trento, n. 48.
  • 1998-1999, Monza, n. 75.
  • 2006, Cremona, n. 1.
  • 2007, Milano, n. 21.2008-2009, Bergamo, s. n.

Bibliografia:

  • Sesta Esposizione Internazionale d'Arte della Città di Venezia. Catalogo illustrato, Premiato Stabilimento Carlo Ferrari, Venezia, 1905, n. 31, p. 118.
  • Cesare Spellanzon, La VI Esposizione di Venezia. Impressioni telegrafiche, in “L’Italia del Popolo. Giornale repubblicano”, a. XIV, n. 1555, Milano, 28-29 aprile 1905, p. 2.
  • Pasquale De Luca, Note critiche sulla Esposizione Internazionale d'Arte in Venezia, in "Natura ed Arte. Rassegna quindicinale illustrata italiana e straniera di scienze, lettere ed arti", a. XIV, vol. I, fasc. XV, Casa Editrice Dott. Francesco Vallardi, Milano, giugno 1905, p. 166 (Sogno e realtà).
  • Ugo Ojetti, All'Esposizione di Venezia. I pittori italiani, in “Corriere della Sera”, a. 30, n. 131, Milano, 14 maggio 1905, p. 1.
  • Vittorio Pica, L'arte mondiale alla VI Esposizione di Venezia, Istituto Italiano d'Arti Grafiche, Bergamo, 1905, p. 142.
  • Mario Pilo, La Sesta Esposizione d'Arte a Venezia, estratto della “Rivista Popolare”, a. XI, 1905, Rivista Popolare, Roma-Napoli, 1906, p. 37 (Sogno e realtà).
  • Enrico Somarè, Storia dei pittori italiani dell'Ottocento, L'Esame Edizioni d'Arte Moderna , Milano, 1928, vol. I, p. 232, ill. n. VIII, s.p. (La Vita, Trittico).
  • Mostra postuma di Angelo Morbelli. Esposizione personale di Valmore Gemignani, testo di Raffaele Calzini, catalogo della mostra, Milano, Galleria Pesaro, dicembre 1929 – gennaio 1930, Bestetti e Tumminelli, Milano, s.d. [1930], p. 19 (Trittico della vita).
  • Arturo Mensi – Riccardo Scaglia, a cura di, Mostra degli artisti alessandrini dell'Ottocento ordinata nella Pinacoteca Civica di Alessandria, catalogo della mostra, Alessandria, Pinacoteca Civica, giugno 1940, Unione Tipografica Editrice Ferrari, Occella e C., Alessandria, 1940, n. 46, p. 8, ill. s. pp. (La vita, particolari dei due pannelli laterali).
  • Arturo Mensi, a cura di, Mostra commemorativa del pittore Angelo Morbelli ordinata nella Pinacoteca Civica di Alessandria, catalogo della mostra, Alessandria, Pinacoteca Civica, 24 ottobre – 15 dicembre 1953, Tipografia Ferrari-Occella & C., Alessandria, s.d. [1953], pp. 12-13 (La vita)
  • Severino Pagani, La pittura lombarda della scapigliatura, Società Editrice Libraria, Milano, 1955, p. 504 (La vita).
  • Enrico Piceni – Mia Cinotti, La pittura a Milano dal 1815 al 1915, in Storia di Milano, vol. XV, Fondazione Treccani degli Alfieri per la Storia di Milano, Milano, 1962, pp. 571-572 (La vita (trittico))
  • Teresa Fiori, Archivi del divisionismo, Officina Edizioni, Roma, 1968, vol. I, p. 140, vol. II, n. VI.105, p. 114, ill. n. 1450, s.p.
  • Mirella Poggialini Tominetti, Angelo Morbelli. Il primo divisionismo nella sua opera e nelle lettere a Pellizza da Volpedo, Edizioni La Rete, Milano, 1971, pp. 62-63 (Sogno e realtà).
  • Luciano Caramel, a cura di, Angelo Morbelli, catalogo della mostra, Alessandria, Palazzo Cuttica, 3 aprile – 16 maggio 1982, Roma, Galleria Nazionale d'Arte Moderna, 25 giugno – 29 agosto 1982, Mazzotta, Milano, 1982, n. 42, p. 169, ill. p. 131 (Sogno e realtà (trittico)).
  • Giovanni Anzani – Luciano Caramel, Pittura moderna in Lombardia 1900-1950, Cassa di Risparmio delle Provincie Lombarde, Milano, 1983, p. 41, ill. p. 38 (Sogno e realtà (trittico)).
  • Aurora Scotti, Sogno e realtà (trittico), in Divisionismo italiano, catalogo della mostra, Trento, Palazzo delle Albere, 21 aprile – 15 luglio 1990, Electa, Milano, 1990, n. 48, p. 188, ill. p. 189.
  • Aurora Scotti, Angelo Morbelli, Edizioni dei Soncino, Soncino, 1991, pp. 33-34, n. 24, p. 90, ill. (Sogno e realtà (La vita)).
  • Giovanna Ginex, Morbelli, Angelo, in Enrico Castelnuovo, a cura di, La pittura in Italia. L’Ottocento, vol. II, Electa, Milano, 1991, p. 929 (Sogno e realtà).
  • Aurora Scotti, Angelo Morbelli, Sogno e realtà (trittico), in Tesori d'arte delle banche lombarde, Associazione Bancaria Italiana, Milano, 1995, n. 587, p. 304, ill.
  • Aurora Scotti, Angelo Morbelli, Sogno e realtà (trittico), in Carlo Pirovano, a cura di, Luci e colori del vero. Genti e paesi nella pittura veneta e lombarda dalle collezioni Ambroveneto-Banca Intesa e Fondazione Cariplo, catalogo della mostra, Monza, Serrone della Villa Reale, 20 novembre 1998 – 24 gennaio 1999, Electa, Milano, 1998, n. 75, p. 144, ill.
  • Sergio Rebora, Angelo Morbelli, Sogno e realtà (trittico), in Sergio Rebora, a cura di, Le collezioni d’arte. L’Ottocento, Fondazione Cassa di Risparmio delle Provincie Lombarde, Milano, 1999, n. 186, pp. 283-285, ill. pp. 282-283
  • Aurora Scotti Tosini, Luce e colore, realtà e simbolo nella pittura di Morbelli, in Angelo Morbelli. Tra realismo e divisionismo, catalogo della mostra, Torino, Fondazione Guido ed Ettore De Fornaris, Galleria Civica d'Arte Moderna e Contemporanea, 7 febbraio – 25 aprile 2001, Edizioni GAM, Torino, 2001, p. 30, ill. p. 46
  • Augusto Iossa Fasano, a cura di, Longevi Visionari. La pittura di Maria Callegaro Perozzo e l'arte contemporanea, catalogo della mostra, Cremona, Museo Civico Ala Ponzone, 6 maggio – 2 luglio 2006, Skira, Milano, 2006, n. 1, p. 138, ill. p. 60
  • Maria Canella – Cristina Cenedella, a cura di, La vita fragile. Dipinti, ambienti, immagini di Martinitt, Stelline, Pio albergo Trivulzio nella Milano del lungo Ottocento 1815-1915, catalogo della mostra, Milano, Galleria Gruppo Credito Valtellinese, Refettorio delle Stelline, 14 settembre – 27 ottobre 2007, Arti Grafiche Amilcare Pizzi, Cinisello Balsamo, 2007, n. 21, p. 252, ill. p. 202
  • Fernando Noris, a cura di, Ottocento tra realtà e sogno. Il lungo secolo della pittura italiana e lombarda, catalogo della mostra, Bergamo, Spazio Viterbi, 28 novembre 2008 - 22 febbraio 2009, Provincia di Bergamo - Fondazione Cariplo, Bergamo - Milano, 2008, ill. pp. 80-81
  • Paola Segramora Rivolta, in Fernando Mazzocca, a cura di, Da Boccioni a Canova. Le collezioni della Fondazione Cariplo e di Intesa Sanpaolo, Skira, Milano, 2011, n. XII.186, p.247, ill.

Laura Casone