Ruth

Francesco Hayez, Ruth [1853]
Autore: 
Hayez, Francesco (1791-1882)
Titolo: 
Ruth
Periodo: 
XIX secolo
Datazione: 
non datato (1853)
Classificazione: 
Dipinto
Tecnica e materiali: 
Olio su tela
Dimensioni (altezza per larghezza in centimetri): 
137 x 98
Luogo di conservazione: 
Musei Civici d’Arte Antica: Collezioni Comunali d’Arte, Bologna, Italia
Acquisizione: 
Dono di Severino Bonora, 1866

Bibliografia:

  • Zucchini G., Catalogo delle collezioni Comunali d'Arte di Bologna, Bologna Grafiche Nerozzi 1938, p. 154, n. 10, fig. 32.
  • Accademia Vero Grandi R., Dall'Accademia al Vero. La pittura a Bologna prima e dopo l'Unità Bologna, Grafis Edizioni 1983, p. 183, n. 95.
  • Collezioni comunali, Collezioni Comunali d'arte. L'appartamento del Legato in Palazzo d'Accursio, Bologna 1989, pp. 51-52, n. 44.
  • Mazzocca F., Francesco Hayez. Catalogo ragionato, Milano, 1994, pp. 41, 320, n. 318.
  • Lui F. - Bernardini C., Collezioni Comunali d'Arte di Bologna, Ferrara 2011, pp. 36-39.
  • Guido Cagnacci Benati D. / Paolucci A., Guido Cagnacci. Protagonista del Seicento tra Caravaggio e Reni, Cinisello Balsamo Silvana Editoriale 2008, p. 334.

Note:

La Ruth venne realizzata da Hayez su commissione di Severino Bonora il quale nel 1866 decise di donarla al Comune di Bologna. Il dipinto fu eseguito nel 1853, anno in cui venne presentato al pubblico dell'esposizione di Belle Arti di Bologna.
R. Grandi (1989) sottolinea la straordinaria forza evocativa e l'unità sentimentale che coinvolge la figura e il paesaggio.
In un periodo di intensa meditazione dell'artista sul nudo femminile, affascinato dalle muliebri Sibille e Cleopatre della tradizione seicentesca bolognese, la Ruth traduce in vena sentimentale la icastica purezza del nudo, esaltato dallo sfondo (Mazzocca, 1994).
Esiste un'altra versione della Ruth, diversa da quella bolognese soprattutto per il seno coperto dal drappeggio della bianca veste.

(fonte: http://bbcc.ibc.regione.emilia-romagna.it)

Mostre:

  • Ottocento. L’arte dell’Italia tra Hayez e Segantini, Forlì, Musei San Domenico, 9 Febbraio 2019 - 16 Giugno 2019.