Ritratto di donna Franca Florio

Giovanni Boldini, Ritratto di donna Franca Florio
Giovanni Boldini, Ritratto di donna Franca Florio [dettaglio]
Autore: 
Boldini, Giovanni (1842-1931)
Titolo: 
Ritratto di donna Franca Florio
Periodo: 
XX secolo
Datazione: 
1924
Classificazione: 
Dipinto
Tecnica e materiali: 
Olio su tela
Dimensioni (altezza per larghezza in centimetri): 
221 x 119,4
Annotazioni: 
Firma e data in basso a sinistra: Boldini / 1924
Luogo di conservazione: 
Collezione privata
Acquisizione: 
Acquisto, 30 maggio 2017

Provenienza:

  • Don Ignazio Florio, commissionato all'artista.
  • Barone Maurice de Rothschild, 1927-1928.
  • Vendita, Christie's, New York, Park Avenue, asta 8278 - Fifteen Paintings by Giovanni Boldini, 1 novembre 1995, lotto 12, venduto per $382,000.
  • Vendita, Sotheby's, New York, Park Avenue, asta N08121 - 19th century European art, 25 ottobre 2005 lotto 104, venduto per $912,000.
  • Acqua Marcia Turismo s.p.a., 2017.
  • Vendita, Bonino Auctions Par Excellence, Roma, asta Arredi dei Grand Hotel AMT Real Estate, concordato preventivo, 30 aprile 2017, lotto 1, venduto per €1.133.029.

Mostre:

  • Venezia, Biennale, 1903, Sala P, col. n. 7.
  • New York, Wildenstein and Co., Loan Exhibition Paintings by Boldini 1845-1931, 20 marzo - 8 aprile 1930, n. 23.
  • Giovanni Boldini, Reggia di Venaria, Sala delle arti, Venaria Reale (TO), 29 luglio 2017 - 28 gennaio 2018.

Bibliografia:

  • E. Cardona, Boldini Parisien d'Italie, Milano, 1952, pp. 122-124.
  • D. Cecchi, Boldini, Torino, 1962, pp. 171-175.
  • V. Doria, Il Genio Di Boldini, Bologna, n.d., p. 14 (illustrato) pp. 14-15, 17.
  • C. Ragghianti and E. Camesasca, L'opera completa di Boldini, Milano, 1970, p. 115, n. 322 (illustrato).
  • E. Piceni, Boldini L'uomo e l'opera, Torino, 1981, p. 16.
  • V. Doria, Boldini Unpublished work, Bologna, 1982, p. 144.
  • G. Marcenaro, Giovanni Boldini, Genoa, 1987, p. 138.
  • G. Piazza, Boldini, Milano, 1989, p. 301.

Commento:

Il dipinto venne commissionato a Giovanni Boldini dal magnate siciliano Ignazio Florio nel 1901, al fine di rappresentare in stile internazionale la moglie, Franca Florio, e fu realizzato, dopo una serie di disegni preparatori e quantomeno in una prima rapida stesura durante un breve soggiorno dell’artista a Palermo. Il celebre committente, forse per ragioni economiche, non intese tuttavia confermare l’acquisto dell’opera, dando luogo ad una negoziazione con Boldini, durata oltre vent’anni, fino al 1924, nel corso dei quali l’opera fu ripresa più volte e radicalmente cambiata per quanto riguarda l’abito. Gli anni Venti vedono anche il declino della fortuna dei Florio, e la tela viene indirizzata, probabilmente dallo stesso Boldini, ad altro acquirente, la celebre galleria Wildenstein, attraverso la quale arriva a Maurice de Rothschild, ovvero direttamente a Rothschild.
L’opera è stata acquistata a Sotheby’s New York il 25 ottobre 2005 dal Gruppo Acqua Marcia ed è il dodicesimo Boldini più costoso di ogni tempo. Caposaldo della bibliografia dell’artista – costituisce il più importante Boldini sul mercato internazionale ed è vincolato allo Stato italiano come opera di interesse nazionale.
Al fascino del dipinto contribuisce certamente la fama della ritrattata, la baronessa Franca Jacona della Motta di San Giuliano (1873-1950), uno dei personaggi più noti della Belle Époque, appartenente a una aristocratica famiglia siciliana, fu moglie dell’industriale Ignazio Florio, membro di una delle famiglie di imprenditori considerate primarie nel boom economico e sociale dei primi anni del secolo scorso. Corteggiata anche da Vittorio Emanuele di Savoia, per D’Annunzio era “Donna Franca”, per i suoi concittadini “la Regina di Palermo”, e per il Kaiser Guglielmo II la “Stella d’Italia”.