Ritratto di Diego Martelli

Boldini, Ritratto di Diego Martelli
Autore: 
Boldini, Giovanni (1842-1931)
Titolo: 
Ritratto di Diego Martelli
Periodo: 
XIX secolo
Datazione: 
non datato (1864-1870)
Classificazione: 
Dipinto
Tecnica e materiali: 
Olio su tela
Dimensioni (altezza per larghezza in centimetri): 
14,8 x 19
Luogo di conservazione: 
Galleria d’Arte Moderna, Palazzo Pitti, Firenze, Italia
Inventario n.: 
317 (1936-1937) [Generale] | 22 (1912) [Comune]

Commento:

Il dipinto ritrae Diego Martelli seduto in terra sul tappeto di una stanza generalmente identificata con lo studio di un pittore. Una foto del letterato riferibile orientativamente alla metà degli anni Sessanta conferma l'identità del ritratto e consente di datarlo appunto agli anni in cui Boldini frequentò spesso Martelli, che lo ospitò a più riprese nella tenuta di Castiglioncello. La critica oscilla infatti per la cronologia tra il 1865 e il 1870, mentre è concorde nel riconoscervi il ritratto di Martelli, con l'eccezione di Ettore Camesasca che espresse dubbi al riguardo. Appartenuto allo stesso Martelli, il quadro è giunto con la sua intera collezione alla Galleria d'arte moderna di Palazzo Pitti.
L’incertezza circa l’identità dell’effigiato, manifestata ancora una volta nella circostanza dell’ultima apparizione del dipinto in una esposizione temporanea, non ha motivo di sussistere oltre. La provenienza stessa del dipinto, dal legato Martelli, e la riconoscibilissima fisionomia dei critico, sono in tal senso più che convincenti, Ciò che più ci colpisce, in realtà, è il carattere estemporaneo di questa pittura, non imputabile soltanto alla rapidità della pennellata, quanto al desiderio dell’artista di fissare sulla tela l’improvviso, gradito evento di una visita inaspettata: quella forse the Martelli annunciava nella lettera a Teresa, motivandola con il desiderio di vedere i ritratti che già il ferrarese aveva eseguito ad Abbati e Pisani.
In tal caso, la datazione dei dipinto, generalmente creduto del 1867, andrebbe anticipata al novembre 1865. La simpatica figura accovacciata del critico "quasi fosse - è stato detto di recente - uno scanzonato Aladino, pronto a sciogliere i misteri dell’arte", è arguta, come arguta è l’indagine dello spazio, sondato dal semplice, dinamico disporsi dei piani in profondità.

(fonte: Polo museale fiorentino)

Provenienza:

  • Diego Martelli, Firenze.
  • Comune di Firenze, dal 1896, legato di Diego Martelli.
  • Deposito nelle collezioni statali, dal 1912 (inv. Comune n. 22).
  • Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Pitti, Firenze.

Mostre:

  • Roma, 1956, n. 304 (1869/70).
  • Ferrara, 1963, n. 9.
  • Parigi, 1963, n. 7.
  • L’Aja, 1971/72, n. 53.
  • Monaco, 1975/76, n.124.
  • Milano, 1988, cat. 10, pp. 36, 37, 74, 317.
  • Boldini nella Parigi degli Impressionisti, Ferrara, Palazzo dei Diamanti, 20 settembre 2009 – 10 gennaio 2010.
  • Giovanni Boldini in Impressionist Paris, Sterling and Francine Clark Art Institute, Williamstown, Massachusetts, USA, 14 febbraio - 25 aprile 2010.

Bibliografia:

  • Palma Bucarelli - Giovanni Carandente, I Macchiaioli, Editalia, Roma, 1956, n. 304.
  • Mario Borgiotti, Poesia del Macchiaioli, Martello, Milano 1958, p. 59.
  • Maria Drudi Gambillo, Poetica e fortuna dei Macchiaioli, in “Il taccuino delle arti”, n. 52, Roma, marzo 1960, p. 5.
  • Piero Dini, Movimenti pittorici italiani dell’Ottocento. I Macchiaioli e Ia scuola napoletana, Alfieri & Lacroix, Milano 1965, p. 8.
  • C. L. Ragghianti - E. Camesasca, L’Opera completa di Boldini, Rizzoli, Milano 1970, n. 5K, riprodotto.
  • Dario Durbè - Giuliano Matteucci, Toskanische Impressionen, Monaco, ottobre 1975 / gennaio 1976., n. 124, tav. 124.
  • S. Pinto, La linea positiva della cultura dei Macchiaioli, spunti offerti dal documenti e dalle collezioni Martelli e Banti, in “Annali della Scuola Normale Superiore di Pisa”, vol. V, 4, Pisa 1975, p. 1515.
  • S. Bartolini, Giovanni Boldini, un macchiaiolo a Colle Cigliato, il Torchio, Firenze 1982, tav. XXVII, p. 109.
  • Dario Durbè, Fattori e Ia scuola di Castiglioncello, voll II, De Luca, Roma 1982/83, fig. 75, pp. 135, 144, 232.
  • Piero Dini, Boldini Macchiaiolo, Torino 1989 (Ed. Allemandi), fig. 15, p. 138.