Ritratto di Alaide Banti sul divano rosso

Boldini, Ritratto di Alaide Banti sul divano rosso.jpg
Boldini, Ritratto di Alaide Banti sul divano rosso [dettaglio].jpg
Autore: 
Boldini, Giovanni (1842-1931)
Titolo: 
Ritratto di Alaide Banti sul divano rosso
Periodo: 
XIX secolo
Datazione: 
non datato (1885-1892)
Classificazione: 
Dipinto
Tecnica e materiali: 
Olio su tavola
Dimensioni (altezza per larghezza in centimetri): 
20,1 x 32,5
Annotazioni: 
Scritta in alto a destra: Bourdigny
Luogo di conservazione: 
Galleria d'Arte Moderna, Palazzo Pitti, Firenze, Italia
Inventario n.: 
1671 (1932) [Giornale] | 757 (1912) [Comune]

Commento:

L'aspetto particolarmente fresco e giovane di Alaide Banti qui ritratta fa supporre che il quadro sia stato eseguito da Boldini al suo ritorno da Parigi nel 1885, quando fu ospite di casa Banti. Un soggiorno presso la famiglia è documentato anche nel 1892, ma anche il confronto con il "Ritratto di Alaide al caminetto" fa propendere per la datazione precedente, cioè per il 1885. Il dipinto si concentra sul volto radioso della giovane e sulla naturalezza della sua posa, mentre le varie gradazioni di rosso del divano sottolineano il senso di avvolgente felicità che pervade l'immagine; come spesso accade nei ritratti più estemporanei l'artista si avvale di una gamma cromatica ristretta, qui costituita da rossi, bianchi e bruni. Lo stato di conservazione del dipinto ha reso necessario un restauro nel 1984 per consolidare il colore e ovviare alle dilatazioni del legno con parziale trasporto su nuovo supporto. La scritta in alto a destra `Bourdigny' non è ben spiegabile: si tratta di una località nei dintorni di Ginevra, ma una nota manoscritta conservata nell'Archivio delle Gallerie (GAM, Doni 1958) la identifica come pseudonimo di Boldini.

(fonte: Polo museale fiorentino)