Ritratto della signora Teresa Mauri Nunes

Armando Spadini, Ritratto della signora Teresa Mauri Nunes
Autore: 
Spadini, Armando (1883-1925)
Titolo: 
Ritratto della signora Teresa Mauri Nunes
Periodo: 
XX secolo
Datazione: 
non datato (1917 circa)
Classificazione: 
Dipinto
Tecnica e materiali: 
Olio su tela
Dimensioni (altezza x larghezza in centimetri): 
67 x 88
Annotazioni: 
Firma in basso a sinistra: Spadini
Luogo di conservazione: 
Galleria Nazionale d’Arte Moderna, Roma, Italia
Identificativo: 
12 00490413 (Catalogo Generale Beni Culturali)

Note:

Il dipinto ritrae Teresa Mauri Nunes, moglie di Ilo Nunes, uno dei primi collezionisti romani di Spadini, il quale commissionò il ritratto in questione nel 1917. Spadini era legato ai Nunes più da un rapporto d'amicizia che di mecenatismo: ad Ilo dedicò l'Autoritratto in divisa del 1915, anch'esso conservato alla Galleria Nazionale d'Arte Moderna (dedicato in basso a sinistra "Al mio carissimo vecchio Nunes, Spadini cap. mag. 1915"; cfr. scheda n. 00490412).
Spadini eseguì pochi ritratti su commissione, preferendo ad essi quelli, di forte sapore intimista, dei propri famigliari. Per essi, tuttavia, adottò spesso soluzioni formali simili: il ritratto di Teresa Mauri Nunes, in particolare, si lega al Ritratto di Olga Signorelli con la figlia Maria (Roma, collezione Maria Signorelli), del quale condivide la posa con la mano poggiata al viso.
Stilisticamente, il Ritratto della Signora Teresa Mauri Nunes, pur legandosi alla produzione coeva in cui i volumi sono resi attraverso la modulazione dei colori a scapito dei contorni, ormai disgregati, rivela un'attenuazione dei toni e una composizione più sobria e misurata.
La tela fu esposta alla Biennale di Venezia del 1924, nella quale Spadini aveva un'importante mostra personale comprendente 49 opere collocate nella sala 5.

(fonte: www.catalogo.beniculturali.it)