Ritratto della moglie Vincenza Scaccia

Francesco Hayez, Ritratto della moglie Vincenza Scaccia [1816]
Autore: 
Hayez, Francesco (1791-1882)
Titolo: 
Ritratto della moglie Vincenza Scaccia
Periodo: 
XIX secolo
Datazione: 
non datato (1816)
Classificazione: 
Dipinto
Tecnica e materiali: 
Olio su tela
Dimensioni (altezza per larghezza in centimetri): 
22,5 x 17
Luogo di conservazione: 
Accademia di Belle Arti di Brera, Milano, Italia
Acquisizione: 
Legato di Angiolina Rossi Hayez, Milano, 1934
Inventario n.: 
1943, 162 | 03 00663635 (Catalogo Generale Beni Culturali)

Notizie storico-critiche:

Il ritratto venne realizzato nel 1816, probabilmente in occasione della frequentazione a Roma della famiglia Scaccia, quando l'artista conobbe Vincenza che sposò nell'anno successivo. Il piccolo ritratto privato, caratterizzato dalla stesura abbreviata, ricorda molto i dipinti di Vincenzo Camuccini ed i modi tipici dei nazareni tedeschi. Il dipinto è connotato da uno squarcio sul viso della donna che, come ricorda lo stesso Hayez nelle Memorie: "ma convien dire che la moglie del chirurgo non si fosse dimenticata di me, poichè saputo che io stavo dipingendo il ritratto della mia fidanzata (...) approfittò ch'io abbandonassi per un momento lo studio, ella vi entrò, e con un manico d'un pennello fece un taglio proprio sulla faccia". Il dipinto, allora, venne ridotto e danneggiato (come ricorda l'inventario del lascito del 1890) "per essere stato tagliato tutt'intorno".

(fonte: http:www.lombardiabeniculturali.it)