Ritratto d’uomo

Degas, Ritratto d'uomo | Portrait d'homme | Portrait of a man
Autore: 
Degas, Edgar (1834-1917)
Titolo: 
Ritratto d’uomo
Altri titoli: 
Portrait d'homme
Portrait of a man
Periodo: 
XIX secolo
Datazione: 
non datato (1868-1870)
Classificazione: 
Dipinto
Tecnica e materiali: 
Olio su tela
Dimensioni (altezza x larghezza in centimetri): 
75 x 62,5
Luogo di conservazione: 
Musée cantonal des Beaux-Arts, Lausanne, Suisse
Acquisizione: 
Legato di Henri-Auguste Widmer, 1936
Identificativo: 
334

Commento:

Questa copia di Degas di un'opera di Maurice Quentin de La Tour conservata nel Museo Jacquemart-André di Parigi e datata 1760 attesta l'infatuazione della fine del XIX secolo per il XVIII secolo, il secolo d'oro del pastello.
Degas osserva e disegna fin dalla sua giovinezza le opere di La Tour conservate nella collezione di suo padre. Questo artista occupa un posto importante nelle sue riflessioni sul pastello, tecnica che egli innalzerà allo stato di arte maggiore. Più tardi, visita regolarmente il museo Antoine Lécuyer che ospita dal 1886 gran parte dei fondi di studio di La Tour. Inoltre non è l'unico a effettuare questo pellegrinaggio: i fratelli Goncourt, Gauguin o ancora Matisse vi vanno a cercare la lezione di colui che Diderot aveva battezzato «il principe dei pastellisti».
Il paradosso di questo ritratto sta nell'essere stato fatto ad olio. Degas opera un cambiamento radicale nella tonalità dello sfondo, che diventa blu scuro, e nell'espressione del viso, al quale conferisce un «moderna» malinconia.

Bibliografia:

  • Ariane Mensger (dir.), Déjà-vu? Die Kunst der Wiederholung von Dürer bis You Tube, catalogo della mostra Staatliche Kunsthalle Karlsruhe, Bielefeld, Kerber, 2012.
  • Ann Dumas (dir.), The Private Collection of Edgar Degas, catalogo della mostra New York, The Metropolitan Museum of Art, Abrams, 1997. Theodore Reff, « Further Thoughts on Degas's Copies » in The Burlington Magazine 113, 1971, p. 534-543.

(fonte: Musée cantonal des Beaux-Arts di Losanna)