Ragazza con cappello estivo

Manet, Ragazza con cappello estivo.jpg
Autore: 
Manet, Édouard (1832-1883)
Titolo: 
Ragazza con cappello estivo
Altri titoli: 
Jeune fille en chapeau d'été
Periodo: 
XIX secolo
Datazione: 
non datato (1879 circa)
Classificazione: 
Disegno
Tecnica e materiali: 
Pastello su tela
Dimensioni (altezza x larghezza in centimetri): 
56 x 35
Annotazioni: 
Firma in basso a sinistra: Manet
Luogo di conservazione: 
Collezione privata

Commento:

Edouard Manet ha ampiamente impiegato il pastello durante l'ultima parte della sua carriera ed è stato senza pari nella sua capacità di accentuare la luminosità del viso femminile. La passione dell'artista per il mezzo, ispirato anche dal suo contemporaneo Edgar Degas, può essere spiegata con la resa sottile di contorni e forme che esso consente e le qualità realistiche e poetiche tanto care ai pittori impressionisti. In Jeune fille au chapeau d'été, la figura pensosa si staglia contro una tela neutra, con del verde disegnato liberamente in sottofondo. La presenza discreta del fogliame ribadisce che Manet è stato uno dei pionieri della pittura en plein air.
L'identità della modella con i capelli nerissimi e leggermente mossi rimane un mistero, ma ci sono opinioni che la individuano in Mademoiselle Jeanne Demarsy (nata Anne Marie Joséphine Brochard), un'attrice di teatro che ha posato per Manet per diversi dipinti e pastelli eseguiti nello stesso periodo, tra cui Sur le banc (Rouart et Wildenstein, n. 19). L'uso di un fondale neutro, lasciato chiaro o colorato, è una caratteristica ricorrente nei pastelli di Manet. Per le delicate tonalità pastello che ha usato, l'opera di Manet è in linea con la tradizione dei maestri intimisti del XVIII secolo, così come opere di Chardin, il cui lavoro Manet ammirava molto.

Provenienza:

  • Vendita Successione Manet, Hôtel Druot, Parigi, 4-5 febbraio 1884, lotto 114.
  • Henri Rouart, Parigi.
  • Lefevre Gallery, Londra.
  • Collezione privata, Gran Bretagna.
  • Galerie Tarica, Parigi, acquistato dal precedente.
  • Yves Saint Laurent et Pierre Bergé, acquistato da Galerie Tarica, febbraio 1995; vendita, Christie's, Parigi, asta 1209 Collection Yves Saint Laurent et Pierre Bergé, 23 - 25 febbraio 2009, lotto 3, venduto per €721.000,00 ($929,459)

Bibliografia:

  • T. Duret, Histoire d'Edouard Manet et de son oeuvre, Parigi, 1902, p. 295, n. 60.
  • E. Moreau-Nélaton, Manet raconté par lui-même, Parigi, 1926. P. Jamot et G. Wildenstein, Manet, Parigi, 1932, vol. II, p. 164, n. 360 (illustrato, vol. I, p. 131, fig. 247; datato '1879-80').
  • A. Tabarant, Manet et ses oeuvres, Parigi, 1947, p. 336 (illustrato, p. 617, n. 458).
  • "Fine 19th century French Pictures: From a Current Exhibition. Lefevre Gallery", in Illustrated Londra News, 16 mars 1957, p. 439 (illustrato).
  • P. Pool et S. Orienti, The Complete Paintings of Manet, New York, 1967, p. 109, n. 257B (illustrato; datato '1878').
  • M. Bodelsen, "Early Impressionist Sales, 1874-94 in the Light of Some Unpublished 'Procès Verbaux'", in Burlington Magazine, n. 783, vol. CX, juin 1968, p. 342, n. 114.
  • D. Rouart et S. Orienti, Tout l'oeuvre peint d'Edouard Manet, Parigi, 1970, p. 109, n. 258B (illustrato; datato '1878').
  • D. Rouart et G. Wildenstein, Edouard Manet, catalogue raisonné, Genève, 1975, vol. II, p. 8, n. 18 (illustrato, p. 9).
  • Univers des Arts, n. 17, luglio-agosto 1996, p. 43.
  • S. Ache, "Manet et la vie Parigiienne", in Point de Vue, n. 2506, luglio-agosto 1996, p. 53 (illustrato a colori).
  • "Les chefs-d'oeuvre de la collection Yves Saint Laurent Pierre Bergé", in Connaissance des Arts, h.s., n. 271, gennaio 2006 (illustrato a colori).

Mostre:

  • Parigi, Ecole Nationale des Beaux-Arts, Exposition des oeuvres d'Edouard Manet, janvier 1884, p. 63, n. 141.
  • Londres, Lefevre Gallery, XIX and XX Century French Paintings, 1957, n. 13.
  • Martigny, Fondation Pierre Gianadda, Manet, giugno-novembre 1996, pp. 198-199 et 238, n. 60 (illustrato a colori, p. 124; datato 'vers 1881').