Ragazza con banjo e maschera

Max Beckmann, Ragazza con banjo e maschera | Mädchen mit Banjo und Maske | Girl with banjo and mask
Autore: 
Beckmann, Max (1884-1950)
Titolo: 
Ragazza con banjo e maschera
Altri titoli: 
Mädchen mit Banjo und Maske
Girl with banjo and mask
Periodo: 
XX secolo
Datazione: 
1938
Classificazione: 
Dipinto
Tecnica e materiali: 
Olio su tela
Dimensioni (altezza x larghezza in centimetri): 
110,5 x 65,5
Annotazioni: 
Firma e data in basso a destra: Beckmann / A. 38
Luogo di conservazione: 
Staatsgalerie Stuttgart, Deutschland
Acquisizione: 
Prestito da proprietà privata, 1993
Identificativo: 
L 1297

Note:

Dipinta ad Amsterdam, la ragazza in questo quadro sembra quasi del tutto inconsapevole della sua grazia giovanile. Sotto la copertura della sua maschera e protetta dal banjo, si siede persa nei suoi pensieri, come se stesse aspettando il suo segnale. La maschera, che è un tema ricorrente nel lavoro di Beckmann, dona alla graziosa suonatrice di banjo un'aura, allo stesso tempo seducente e inavvicinabile, da sfinge. La pianta a sinistra, i cui strani fiori sembrano le dita di una mano maschile che indossa un guanto bianco, sottolinea ulteriormente l'ambivalenza della timidezza e dell'attesa.


Painted in Amsterdam, the girl in this picture seems almost completely unaware of her youthful grace. Under cover of her mask and shielded by the banjo, she sits lost in thought, as though waiting for her cue. The mask, which is a recurring theme in Beckmann's work, endows the pretty banjo player with an aura that is both seductive and unapproachably sphinx-like. The plant on the left, whose strange blossoms look like the fingers of a male hand wearing a white glove, further underscores the ambivalence of shyness and expectation.

(fonte:n Staatsgalerie Stuttgart)