Raccolta del fieno in Maremma

Fattori, Raccolta del fieno in Maremma.png
Autore: 
Fattori, Giovanni (1825-1908)
Titolo: 
Raccolta del fieno in Maremma
Periodo: 
XIX secolo
Datazione: 
non datato (1867-1871)
Classificazione: 
Dipinto
Tecnica e materiali: 
Olio su tela
Dimensioni (altezza x larghezza in centimetri): 
110 x 160
Annotazioni: 
Firma in basso a destra: Gio. Fattori
Luogo di conservazione: 
Collezione privata, Montecatini

Provenienza:

  • Cristiano Banti, Firenze.
  • Collezione privata, Milano.
  • Piero Dini, Montecatini Terme.

Mostre:

  • Firenze, 1871, n. 227.
  • Los Angeles-Cambridge, 1986, n. 98, p. 130.
  • Montecatini-Torino, 1986, cat. 47, pp. 164-165, tav. XII.
  • I Macchiaioli e la Scuola di Castiglioncello, a cura di Piero e Francesca Dini, Rosignano Marittimo, Castello Pasquini, 1990, tav. 63.

Bibliografia:

  • Giovanni Malesci, Giovanni Fattori, catalogazione illustrata della pittura ad olio, De Agostini, No­vara 1961, cat. 649, pp. 277, 403.

Note storico critiche:

È senz’altro il più importante dei dipinti realizzati da Fattori a Castiglioncello, vuoi per le grandi dimensioni della tela, vuoi per l’epica maestosità dei bovi bianchi aggiogati, epicentro indiscutibile della rappresentazione, la quale si apre ad un canto elegiaco, risuonando nell’aria tersa gli eterni temi della natura, dell’uomo, dei duro lavoro dei campi. Attorno al carro ricolmo del raccolto e alle vigorose figure dei contadini indaffarati, si ode il fremere delle foglie, il diffondersi delle voci e il pesante respiro degli animali, mentre il flebile suono di un flauto immaginario, posto tra le mani di quella che, sulla destra, sembra l’incarnazione di una divinità agreste, sospende nell’incanto quest’attimo di vita.
Esposto nel 1871 alla Promotrice fiorentina al prezzo di mille lire, il dipinto è chiaramente sensibile alla tematica abbatiana di tarde opere quali Carro e buoi nella Maremma toscana e Bovi al carro. Pertanto, la datazione di questo dipinto, stante la lunga elaborazione del tema, necessaria anche per le grandi dimensioni, oscilla tra il 1867 e il 1871. Sembra uno studio per il presente dipinto il cartone noto come Buoi bianchi (Luciano Bianciardi, L′opera completa di Fattori, apparati critico-filologici di Bruno Della Chiesa, Rizzoli, Milano 1970, n. 406).

(fonte: Catalogo della mostra I Macchiaioli e la Scuola di Castiglioncello.)