Place Pigalle, con omnibus a cavalli, Parigi

Giovanni Boldini, Place Pigalle, con omnibus a cavalli, Parigi
Autore: 
Boldini, Giovanni (1842-1931)
Titolo: 
Place Pigalle, con omnibus a cavalli, Parigi
Altri titoli: 
Scorcio di Place Pigalle
Periodo: 
XIX secolo
Datazione: 
non datato (1874 circa)
Classificazione: 
Dipinto
Tecnica e materiali: 
Olio su tela
Dimensioni (altezza per larghezza in centimetri): 
46,3 x 38
Annotazioni: 
Porta iscrizione sul retro: n. 112P inv. at. Boldini / Emilia Boldini Cardona / 1931
Luogo di conservazione: 
Collezione privata
Acquisizione: 
Acquisto, 21 novembre 1996

Provenienza:

  • Atelier Boldini (n. 142 P).
  • Vendita, Galerie Charpentier, Paris, 1955.
  • Mrs. Reginald Fellowes e poi per successione.
  • Vendita, Christie's, Londra, King Street, asta 5715 - Nineteenth Century Pictures, 21 novembre 1996, lotto 286, venduto per £26,450 ($44,666).
  • Vendita, Meeting Art, Vercelli, asta 836 - Dipinti del XIX e XX secolo, 13 gennaio 2018, lotto 200, sotto il titolo Scorcio di Place Pigalle, invenduto.

Mostre:

  • Paris, Galerie Jean Charpentier, 7 Maggio 1931, n. 142P.
  • Buenos Aires, Galleria Wildenstein, 1948, n. 9.

Bibliografia:

  • C. Ragghianti ed E. Camesasca, L'opera completa di Boldini, Milano, 1970, p. 93, n. 31AC (illustrato).

Commento:

Nel 1872 Boldini si trasferisce da viale Frochot a Place Pigalle, dove dimora per quattordici anni. La vita di città dei caffè e delle strade trafficate lo ispirano e, insieme a Degas, spesso abbandona il suo studio per dipingere e disegnare scene di vita parigina.
Nel 1874 Boldini dipinge due grandi composizioni, Place Clichy (collezione Marzotto, Valdagno) e Place Pigalle (localizzazione sconosciuta). Questa composizione, probabilmente dipinta nel 1874, è uno studio per Place Pigalle. Uno studio più finito è stato venduto da Christie, New York, il 1° novembre 1995, lotto 17.
​Questi spontanei disegni e schizzi sono in contrasto con i piccoli quadri di interni in costume settecentesco che per contratto egli stava a quel tempo producendo per il mercante d'arte Adolphe Goupil.
Il 1874 segna un punto di svolta nella carriera di Boldini, perché questo è il primo anno che egli espone al Salone di Parigi. Questo è anche l'anno della prima mostra degli Impressionisti al Salon des Refusés, un movimento da cui questo schizzo è fortemente influenzato.