Paesaggio nelle vicinanze del mare

Costa, Paesaggio nelle vicinanze del mare.jpg
Autore: 
Costa, Giovanni (Nino) (1826-1903)
Titolo: 
Paesaggio nelle vicinanze del mare
Periodo: 
XIX secolo
Datazione: 
non datato (1885 circa)
Classificazione: 
Dipinto
Tecnica e materiali: 
Olio su tela
Dimensioni (altezza x larghezza in centimetri): 
19,1 x 41
Annotazioni: 
Firma (monogramma) in basso a sinistra in rosso: G.C.
Luogo di conservazione: 
Collezione privata

Provenienza:

  • Enrico Gallerie d’Arte, Milano.

Note storico critiche:

Tipologicamente e stilisticamente, l'opera appartiene a una serie di vedute degli anni Ottanta dipinte in formato oblungo, in cui l’inserimento di qualche figura nella natura rigogliosa trasmette l’immagine di un paradiso terrestre a misura d'uomo. Un altro esempio della serie, confrontabile non solo per il suo sapore idilliaco, ma anche per l’organizzazione compositiva a fasce orizzontali, è Paesaggio con cavalieri (G. Cellini, Giovanni Costa, Bergamo 1919, tav. 22). Forse raffigura Costa stesso con l’allieva Francesca Drage: “... col cavallo di Pellegro siamo stati un giorno al Gombo, ed abbiamo dato principio ciascuno a un bozzetto. Il tempo era bellissimo, la pineta pareva creata per dar convegno ai Numi; ma quanto eravamo piccoli noi col cavallo di Pellegro! E il pennellino in mano!” (lettera George Howard databile al novembre 1890, Castle Howard Archives). Il commento sintetizza anche l'essenza di Paesaggio nelle vicinanze del mare: un paesaggi moderno, sorretto da un sapore arcaico e strutturato col rigore di Poussin.

(fonte: Il pittore e il patriota: Nino Costa, catalogo curato da Paul Nicholls)