Paesaggio. Le Cannet

Renoir, Paesaggio. Le Cannet [1902].jpg
Autore: 
Renoir, Pierre-Auguste (1841-1919)
Titolo: 
Paesaggio. Le Cannet
Altri titoli: 
Paysage. Le Cannet
Landscape. Le Cannet
Пейзаж. Ле Канне
Periodo: 
XX secolo
Datazione: 
non datato (1902)
Classificazione: 
Dipinto
Tecnica e materiali: 
Olio su tela
Dimensioni (altezza per larghezza in centimetri): 
14,1 x 19,1
Annotazioni: 
Firma in basso a sinistra: Renoir.
Luogo di conservazione: 
Museo di Stato Ermitage, San Pietroburgo, Russia
Acquisizione: 
Proveniente dal Museo d'Arte Moderna Occidentale (inv. n. 627), 1948
Inventario n.: 
ГЭ-8926

Provenienza:

  • Collezione privata, Mosca.

Comnmento:

Renoir visita la Costa Azzurra nel 1902 e qui dipinge la sua casa a Le Cannet, vicino a Cannes. Il paesaggio occupa un posto importante nell'opera dell'artista non semplicemente come componente in ritratti o soggetti di genere, ma anche come un tema indipendente. Renoir ha dipinto paesaggi sia urbani che rurali e, come i suoi colleghi impressionisti, ha lavorato all'aria aperta, cercando di catturare gli effetti mutevoli della natura e del tempo. Abbandonando lo stile duro degli anni 1880, Renoir ha sviluppato un particolare modo di dipingere, libero e fluido, che possiamo vedere qui nel quadro di Le Cannet. Le pennellate istintive e la ricca combinazione di colori esprimono quell'atteggiamento gioioso verso la vita, che non ha mai lasciato Renoir, anche nei suoi ultimi anni.


[Renoir visited the Cote d'Azur in 1902 and here he painted his house at Le Cannet, near Cannes. Landscape occupies an important place in the artist's work not simply as a component in portrait or genre subjects, but also as an independent theme. Renoir painted both urban and rural landscapes and like his fellow Impressionists he worked in the open air, seeking to capture transitory effects of nature and weather. Rejecting his hard style of the 1880s, Renoir developed a particular free and fluid painting manner, which we can see here in the picture of Le Cannet. The temperamental brushstrokes and rich colour scheme express that joyous attitude to life which never left Renoir, even in his later years.]

(fonte: Museo di Stato Ermitage, San Pietroburgo)