Messidoro

Nomellini, Messidoro.jpg
Autore: 
Nomellini, Plinio (1866-1943)
Titolo: 
Messidoro
Periodo: 
XX secolo
Datazione: 
1914
Classificazione: 
Dipinto
Tecnica e materiali: 
Olio su tela
Dimensioni (altezza x larghezza in centimetri): 
95 x 120
Annotazioni: 
Firma e data in basso a sinistra: P. Nomellini / 914
Sul telaio reca etichetta manoscritta autografa: Plinio Nomellini / Messidoro
Luogo di conservazione: 
Paul Nicholls Studio, Milano

Provenienza:

  • Dal Novecento ai giorni nostri, Milano Galleria S.Ambrogio, 28 settembre-28 ottobre 1968, n. 46.
  • Mostra di opere pittoriche dei grandi maestri dell’Ottocento, Milano Galleria S.Ambrogio, 7-30 aprile 1970, n. 36, tav. XVII.
  • Collezione privata.

Commento:

Pochi artisti, come Nomellini, seppero adattare il proprio linguaggio pittorico alle esigenze di mutate condizioni di vita. La sua continua “ricerca in direzioni di segno opposto” (Bruno) favoriva espressioni pittoriche diverse e in evoluzione. Nel primo Novecento, infatti, un solare naturalismo trasforma i temi agresti, come Sole sulla brina, Aratura e lo stesso Messidoro, in saggi di pittura irreale. Queste opere mettono Nomellini in parallelo con alcuni protagonisti della scena artistica internazionale quali, per esempio, Théo Van Rysselberghe e Henri Cross in Belgio, o Charles Ginner e Frederick Spencer Gore in Inghilterra. Il soggetto della raccolta del grano è senz’altro di origine millettiana, ma l’interpretazione registra un aggiornamento notevole. Lo spettatore resta incantato dal lirismo dei colori e delle forme che sembra generato dal diffuso ottimismo per il nuovo secolo, una joie di vivre avvertita da più parti fin quando la Grande Guerra non la spense.