L'addio del volontario

Cabianca, L'addio del volontario.png
Autore: 
Cabianca, Vincenzo (1827-1902)
Titolo: 
L’addio del volontario
Periodo: 
XIX secolo
Datazione: 
non datato (1858)
Classificazione: 
Dipinto
Tecnica e materiali: 
Olio su tela
Dimensioni (altezza x larghezza in centimetri): 
77,8 x 92
Luogo di conservazione: 
Museo Civico Giovanni Fattori, Livorno, Italia
Acquisizione: 
Dono di Eugenio Sansoni, 1877
Identificativo: 
Mun.Li 534

Descrizione:

Dipinto a olio su tela raffigurante la scena d'addio di un volontario ai suoi cari. In primo piano, sulla sinistra, vicino all'uscio di casa, un giovane uomo visto di tre quarti di spalle, stringe a sè la propria donna con un braccio, mentre porge l'altra mano di un uomo anziano, seduto. La scena si svolge all'interno di una misera stanza, arredata con poche cose: sulla destra, in primo piano, una cassa di legno sulla quale sono poggiati un fiasco, delle stoviglie e un panno rosso. Lì vicino un gatto volge lo sguardo all'indietro, verso il soldato. La stanza è illuminata da una finestra, in alto a destra, parzialmente coperta da una tenda. Cabianca compose quest'opera nello stesso anno in cui realizzò il celebra quadro L'abbandonata. Nel 1858 si concluse il primo periodo fiorentino dell'artista, iniziato nel 1853 e caratterizzato da una forte componente 'indunesca'. In quest'arco di tempo egli compose una serie di dipinti ricordati nel catalogo fiorentino del 1976 ai quali si deve senz'altro aggiungere questo di proprietà del Museo Fattori, assai simile, nella composizione, a quello presentato alla Promotrice fiorentina. L'opera, donata da Eugenio Sansoni nel 1877, fu esposta nella civica pinacoteca fin dalla sua donazione. Nel 1930 fu trasferita nella sede del comune e riconsegnata al Museo solo nel 1949.

(fonte: Museo Civico Giovanni Fattori, Livorno)