La visita alla balia

Lega, La visita alla balia
Autore: 
Lega, Silvestro (1826-1895)
Titolo: 
La visita alla balia
Periodo: 
XIX secolo
Datazione: 
1873
Classificazione: 
Dipinto
Tecnica e materiali: 
Olio su tela
Dimensioni (altezza x larghezza in centimetri): 
34 x 95
Annotazioni: 
Firma e data in basso a destra: S. Lega 73
Luogo di conservazione: 
Galleria d’Arte Moderna, Palazzo Pitti, Firenze, Italia
Acquisizione: 
Donazione di Vittorio Alinari, 1915
Identificativo: 
[Cat. Generale] 181 (1936/ 1937) - [Comune] 228 (1912)

Note storico critiche:

Sebbene la paternità di Lega per quest'opera non sia mai stata posta in dubbio, incerta è la datazione: si sa infatti che Lega espose già nel 1870 un dipinto con questo titolo (a Torino, Parma, Genova) e nel '71 a Napoli, mentre la tela reca la firma e la data 1873. L'ipotesi sulla quale la critica si orienta è che si tratti della replica di un dipinto a noi non pervenuto. A tali conclusioni porta anche l'analisi stilistica con caratteri affini a quelli presenti nella seconda versione de "Le bambine che fanno le signore" (1872): tessuto cromatico molto luminoso, precisione quasi calligrafica e tono anedottico, privo della partecipazione emotiva delle opere del decennio precedente. Un recente restauro (1986) ha dimostrato come alcuni dettagli (le scope appoggiate al muro, o la finestra della facciata in secondo piano) furono aggiunti in un secondo tempo; il che potrebbe invece far pensare a un intervento successivo dello stesso Lega sulla tela del 1870. La casa di fronte a cui si svolge la scena è comunque identificabile con la villetta Batelli; che Lega lascia nel 1870 dopo la morte di Virginia Batelli quando anche Spirto Batelli si trasferisce in città. A scegliere quest'opera tra quelle che Vittorio Alinari aveva deciso di donare alla Galleria d'arte moderna fu una commissione composta da Galileo Chini, Francesco Gioli, Danti Dodini e Pietro Barbera, nel novembre del 1915.

(fonte: Polo museale fiorentino)