La signora con i ventagli

Manet, La signora con i ventagli.jpg
Autore: 
Manet, Édouard (1832-1883)
Titolo: 
La signora con i ventagli
Altri titoli: 
La dame aux éventails
Periodo: 
XIX secolo
Datazione: 
non datato (1873)
Classificazione: 
Dipinto
Tecnica e materiali: 
Olio su tela
Dimensioni (altezza x larghezza in centimetri): 
113,5 x 166,5
Annotazioni: 
Firma in basso a destra: Manet
Luogo di conservazione: 
Musée d′Orsay, Paris, France
Acquisizione: 
Donazione di monsieur e madame Ernest Rouart al Musée du Louvre, 1930
Identificativo: 
RF 2850

Commento:

Con questo quadro del 1873, Manet chiude la lunga serie di "dame sul divano". La modella ritratta è Nina de Callias (1844-1884), una donna lunatica, esaltata e nevrastenica in modo alterno, dotata di un temperamento nevrotico che l'abuso di sostanze alcoliche conduce presto alla follia e ad una morte prematura a trentanove anni. La donna, il cui vero nome è Marie-Anne Gaillard, anche detta Nina de Villard, è paradossalmente conosciuta con il cognome di Hector de Callias, scrittore e giornalista di Le Figaro che, per un breve periodo di tempo, fu suo marito.
All'epoca di questo ritratto, Nina ha appena compiuto trenta anni ed anima uno dei salotti letterari ed artistici più brillanti di Parigi. La donna posa con indosso uno dei suoi costumi "all'algerina" che ama mettere quando riceve ospiti. La tappezzeria sullo sfondo è quella che ricopre una delle pareti della bottega del pittore. La medesima tappezzeria è altresì visibile in altre due opere di Manet: Ritratto di Stéphane Mallarmé (museo d'Orsay) e Nanà (Amburgo, Kunsthalle). La scelta dei ventagli non sembra avere fini simbolici. Fissandoli con uno spillo alle spalle di Nina, Manet punta semplicemente a creare una scenografia divenuta pressoché banale: Whistler, Tissot e Renoir hanno già fatto ricorso allo stesso espediente. Questi oggetti, inoltre, permettono di evocare le chincaglierie in puro stile giapponesizzante della residenza privata cittadina della Callias.
In questo quadro vi è forse un'allusione a Olympia, un dipinto risalente a dieci anni prima? Il fatto ci sembra poco probabile. Nonostante le numerose analogie tra le protagoniste delle due tele, raffigurate distese, appoggiate su un braccio, con un animale ai loro piedi (in questo caso un piccolo griffone), ogni elemento, come lo stile, la pennellata, il significato, distingue nettamente un'opera dall'altra. Il viso, in particolare, è uno dei più espressivi di Manet. Esso esprime il divertimento, la complicità e anche la curiosità, con un lieve accenno di malinconia e di smarrimento.

(fonte: Musée d'Orsay)

Provenienza:

  • Collezione Eugène Manet.
  • Collezione Julie Manet, Paris.
  • Vendita successione Manet, hôtel Drouot, Parigi, 4-5 febbraio 1884, n. 13.
  • Collezione Jacob, acquistato alla vendita Manet, 1884.
  • Collezione M. e Mme Ernest Rouart, fino al 1930.
  • Dono di M. e Mme Ernest Rouart al Musée du Louvre, 1930.
  • Musée du Louvre, Parigi, 1930-1947.
  • Musée du Louvre, Parigi, galerie du Jeu de Paume, Parigi, 1947-1986.
  • Musée d'Orsay, 1986.

Mostre:

  • Exposition des oeuvres de Edouard Manet, Parigi, Francia, 1884.
  • Exposition des peintres impressionnistes, Bruxelles, Belgio, 1904.
  • Salon d'automne, Parigi, Francia, 1905.
  • Les Arts, Parigi, Francia, 1912.
  • Au profit des Amis du Luxembourg, Parigi, Francia, 1928.
  • Cinquantenaire du Salon des artistes français, Parigi, Francia, 1932.
  • Exposition Manet, 1832-1887, Parigi, Francia, 1932.
  • Biennale di Venezia, Venezia, Italia, 1934.
  • Hommage à Manet, Parigi, Francia, 1952.
  • Les Impressionnistes du musée du Louvre, Londra, Gran Bretagna, 1954.
  • Cinquantenaire du Symbolisme : exposition de manuscrits autographes, estampes, peintures, sculptures, éditions rares, portraits, objets d'art, Parigi, Francia, 1936.
  • Edouard Manet 1832-1883, Philadelphia, USA, 1966.
  • Edouard Manet 1832-1883, Chicago, USA, 1967.
  • 1874, naissance de l'Impressionisme, Bordeaux, Francia, 1974.
  • Impressionnistes et post-impressionnistes des musées français, San Pietroburgo, Federazione Russa, 1981.
  • Visages et portraits de Manet à Matisse, Parigi, Francia, 1981.
  • Od Courbeta k Cezannovi, Praga, Repubblica Ceca, 1982.
  • Von Courbet bis Cezanne - Fränzosische malerei 1848-1886, Berlino, Germania, 1982.
  • Manet : 1832-1883, Parigi, Francia, 1983.
  • Manet, New York, USA, 1983.
  • La peinture française 1870-1920, Pechino, Cina, 1985.
  • La peinture française 1870-1920, Shanghai, Cina, 1985.
  • Le Giapponeisme, Parigi, Francia, 1988.
  • Le Giapponeisme, Tokyo, Giappone, 1988.
  • Japan and Europe 1543-1929, Berlino, Germania 1993.
  • L'Age d'or de l'impressionnisme - Chefs-d'oeuvre du Musée d'Orsay, Taipei, Taiwan, 1997.
  • "La Dame aux éventails", Nina de Callias, modèle de Manet, Parigi, Francia, 2000.
  • Klimt und die Frauen, Vienna, Austria, 2000.
  • De tijd van Degas, La Haye, Paesi Bassi, 2002.
  • Paris in the age of Impressionnism. Masterworks from the Musée d'Orsay, Atlanta, USA, 2002.
  • Paris in the age of Impressionnism. Masterworks from the Musée d'Orsay, Houston, USA, 2003.
  • Manet en el Prado, Madrid, Spagna, 2003.
  • Monet und Camille. Frauenportraits im Impressionismus, Brema, Germania, 2005.
  • Kvinder i impressionismen, Copenhagen, Danimarca, 2006.
  • Impresionismo : Un Nuevo Renacimiento, Madrid, Spagna, 2010.
  • Birth of impressionism. Masterpieces from the Musée d'Orsay, San Francisco, USA, 2010.
  • Birth of Impressionism. Masterpieces from the Musée d'Orsay, Nashville, USA, 2010.
  • Manet, inventeur du Moderne, Parigi, Francia, 2011.

Bibliografia:

  • Jamot Paul - Wildenstein Georges - Bataille Marie-Louise, Manet, catalogue critique, Parigi, 1932.
  • Tabarant Adolphe, Manet et ses oeuvres, Parigi, 1947.
  • Orienti Sandra, Tout l'oeuvre peint d'Édouard Manet, Parigi, 1970.
  • Rouart Denis - Wildenstein Daniel, Edouard Manet. Catalogue raisonné, Parigi, 1976.
  • Anonyme, Manet : 1832-1883 [cat. mostra], Parigi, 1983.
  • Compin Isabelle - Roquebert Anne, Catalogue sommaire illustré des peintures du Musée du Louvre et du Musée d'Orsay, Parigi, 1986.
  • Compin Isabelle - Lacambre Geneviève [coordinamento] - Roquebert Anne, Musée d'Orsay. Catalogue sommaire illustré des peintures, Parigi, 1990.