La ronda dei carcerati

van Gogh, La ronda dei carcerati | La ronde des prisonniers | Prisoners round
Autore: 
Van Gogh, Vincent (1853-1890)
Titolo: 
La ronda dei carcerati
Altri titoli: 
La ronde des prisonniers
Prisoners round
Periodo: 
XIX secolo
Datazione: 
non datato (1890, febbraio)
Classificazione: 
Dipinto
Tecnica e materiali: 
Olio su tela
Dimensioni (altezza x larghezza in centimetri): 
80 x 64
Luogo di conservazione: 
Museo Statale di Arti Figurative A. S. Pushkin, Mosca, Russia
Acquisizione: 
Trasferito dal Museo Statale d′Arte Occidentale Moderna, 1948
Identificativo: 
Ж-3373

Provenienza:

  • Johanna van Gogh-Bonger, moglie del fratello dell'artista Theo van Gogh, Amsterdam.
  • Collezione Mrs. Slavona, Parigi.
  • Collezione Fabre, Parigi.
  • Galleria Druet, Parigi, 1906.
  • I. A. Morosov, Mosca, 1909-1919.
  • 2° Museo della Nuova Pittura Occidentale, 1919-1923. 
  • Museo Statale d′Arte Occidentale Moderna, Mosca, fino al 1948 (inv. n. 303).

Bibliografia:

  • Jacob Baart de la Faille, The works of Vincent van Gogh. His paintings and drawings, Amsterdam 1970 : J. M. Meulenhoff, n. 669.
  • Jan Hulsker, The Complete Van Gogh, Oxford 1980 : Phaidon, n. 1885.

Commento:

Realizzata nel manicomio di Saint Rémy è una copia da Gustave Doré (1832-1894), la cui La ronda dei carcerati era stata pubblicata nel 1872 nel volume London, a Pilgrimage, con il titolo Newgate.The Exercise Yard. Il soggetto riflette senz'altro lo stato d'animo di Vincent, che all'inizio del 1890 comunicava al fratello l'intenzione di lasciare il ricovero, per lui sempre più opprimente.
Immersa in una luce azzurra irreale, la scena è claustrofobica, e il cerchio dei carcerati sembra ruotare senza fine. Il prigioniero al centro ci fissa con lo sguardo, trascinandoci nel gorgo di una tensione perpetua.

(fonte: I Maestri dell'arte Moderna: Van Gogh, Skira / Centauria, Milano 2016)