La battaglia di S. Martino

Cammarano, La battaglia di S. Martino.jpg
Autore: 
Cammarano, Michele (1835-1920)
Titolo: 
La battaglia di S. Martino
Periodo: 
XIX secolo
Datazione: 
non datato (1860 circa)
Classificazione: 
Dipinto
Tecnica e materiali: 
Olio su cartone
Dimensioni (altezza x larghezza in centimetri): 
20 x 37
Annotazioni: 
Firma in basso a sinistra: M.Cammarano
Luogo di conservazione: 
Pinacoteca Comunale, Faenza (Ravenna), Italia
Acquisizione: 
Donazione Golfieri, 1989
Identificativo: 
312

Note storico critiche:

Come la gran parte degli artisti che, nel secolo XIX, hanno seguito percorsi all’insegna dell’innovazione, anche Cammarano partecipò in prima persona agli eventi che condussero, nel decisivo biennio 1859-1860, all’Unità e all’Indipendenza d’Italia.
Al seguito di Garibaldi nel 1860, si arruolò poi nella Guardia Nazionale impegnata nella controversa lotta al brigantaggio nelle province meridionali.
A partire dal 1871, al ritorno dall’ormai canonico viaggio a Parigi, iniziò una fortunata serie di quadri raffiguranti alcuni degli episodi militari più importanti del Risorgimento: in quell’anno dipinse La carica dei bersaglieri alle porte di Roma, ora a Capodimonte, nel 1877 Covo di briganti, mentre dal 1888 soggiornò per almeno cinque anni in Eritrea per raccogliere elementi utili alla composizione di un dipinto rievocativo della battaglia di Dogali (26 gennaio 1887), terminato nel 1896 e di proprietà della Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma.
Nella stessa galleria si trova una grande tela, Il 24 giugno 1859 a San Martino, esposta a Roma nel 1883; la battaglia è raffigurata in maniera policentrica, con una moltitudine di episodi che rende al meglio la confusione che si crea sul campo di battaglia, dove i partecipanti non riescono a comprenderne lo svolgimento.
Secondo E. Golfieri si tratta di un “bozzetto per una grande tela…del tipo di quella che si trova presso la G.A.M. a Roma”, e lo data “intorno al 1860”.
Considerando che la tela definitiva è del 1883, non è facile definire una data precisa del cartone, che del bozzetto mantiene la rapidità di esecuzione e la freschezza del tocco cromatico.

Mostre:

  • Da Giani a Fattori. Maestri della pittura italiana del XIX secolo nelle collezioni di Faenza, Pinacoteca Comunale, Faenza, 7 dicembre 2007 - 25 gennaio 2008.

Bibliografia:

  • Le donazioni Golfieri, cat. mostra a cura di E. Golfieri, Faenza, 1989, pp. 150, 164 e 210.

(fonte: Pinacoteca Comunale, Faenza)