La barricata

Manet, La barricata | La barricade | The barricade
Autore: 
Manet, Édouard (1832-1883)
Titolo: 
La barricata
Altri titoli: 
La barricade
The barricade
Barikád
Periodo: 
XIX secolo
Datazione: 
non datato (1871)
Classificazione: 
Disegno
Tecnica e materiali: 
Punta d’argento, inchiostro nero, acquerello e gouache su carta
Dimensioni (altezza x larghezza in centimetri): 
46,2 x 32,5
Luogo di conservazione: 
Szépművészeti Múzeum, Budapest, Magyarország | Museo di Belle Arti, Budapest, Ungheria
Acquisizione: 
Collezione Majovszky, 1935
Identificativo: 
1935-2734

Note:

In questo acquerello del 1871, e nella litografia correlata, Manet commemora un tragico evento della Comune di Parigi: la fucilazione dei comunardi in una strada. Per questa composizione il pittore aveva scelto l'orientamento orizzontale, utilizzato tre anni prima ritraendo l'esecuzione dell'imperatore Massimiliano in Messico; lo modifica poi in verticale aggiungendo una striscia in alto al foglio originario. Con questo lavoro Manet esprime una graffiante critica politica.
Sul retro porta uno schizzo a gesso nero raffigurante L'esecuzione di Massimiliano (fig. 1) e, di seguito, l'acquaforte correlata al disegno (fig. 2):

Manet, L'esecuzione di Massimiliano.jpg


(fig. 1)

 

 

 

 

 

 

Manet, La barricata.jpg

(fig. 2)
La barricata
La barricade
XIX secolo
senza data (1871)
Stampa
Litografia su carta di riso applicata
cm. 48,8 x 34 (immagine)
cm. 61,6 x 44,6 (foglio)
Collezione Jacques Doucet
Institut national d'histoire de l'art (INHA), Parigi, France
inv. n. EM MANET 3

 

Commento:

Assente da Parigi durante la settimana sanguinosa dal 21 al 28 maggio 1871, Manet fu scandalizzato nel constatare, al suo ritorno, le violenze inflitte ai comunardi. Egli manifestò la sua indignazione attraverso due litografia che facevano esplicitamente riferimento alle esecuzioni degli insorti da parte della guardia nazionale. La prima di esse, La barricade, è basata su L'esecuzione dell'imperatore Massimiliano. Manet realizzò un disegno lumeggiato con acquerello e gouache riprendendolo dalla litografia censurata il 1869 che gli fornì il modello per questa scena della Comune alla quale egli non aveva probabilmente assistito. La pubblicazione della pietra fu realizzata il 1884 dalla tipografia Lemercier di Parigi ed alcune stampe furono tirate con la lettera occultata. Questo esemplare, II stato con la lettera occultata, fu acquistato da Jacques Doucet per 50 franchi da A. Strölin il 5 ottobre 1906.

Bibliografia:

  • Étienne Moreau-Nélaton, Manet graveur et lithographe. Paris, 1906, n. 82.
  • Marcel Guérin, L’Œuvre gravé de Manet. Paris, 1944, n. 76.
  • Jean C. Harris, Édouard Manet Graphic Works. A definitive Catalogue Raisonné. New York, 1970, n. 71.