L’evasione di Rochefort

Manet, L'evasione di Rochefort.png
Autore: 
Manet, Édouard (1832-1883)
Titolo: 
L’evasione di Rochefort
Altri titoli: 
L'évasion de Rochefort
Periodo: 
XIX secolo
Datazione: 
non datato (1881 circa)
Classificazione: 
Dipinto
Tecnica e materiali: 
Olio su tela
Dimensioni (altezza x larghezza in centimetri): 
79 x 72
Annotazioni: 
Firma in basso a destra: Manet
Luogo di conservazione: 
Musée d′Orsay, Paris, France
Acquisizione: 
Dazione in pagamento di diritti di successione, 1984
Identificativo: 
RF 1984 158

Commento:

Questo quadro è la più piccola delle due versioni di L'evasione di Rochefort dipinte da Manet a partire dal dicembre 1880. L'altra versione, Evasione di Henri Rochefort, è conservata alla Kunsthaus di Zurigo. Ferocemente avverso al regime imperiale, Rochefort aveva fondato nel 1868 un giornale satirico intitolato La Lanterne. Questa rivista, subito censurata, è pubblicata a Bruxelles. Nel 1873, il giornalista viene condannato ai lavori forzati per il ruolo da lui svolto durante la Comune. La sua evasione spettacolare e rocambolesca via mare, nel 1874, fornisce a Manet, sei anni dopo l'avvenimento, l'ispirazione per questa insolita composizione. L'artista ha aspettato la schiacciante vittoria dei Repubblicani al Senato e alla Camera nel gennaio 1879 e l'approvazione di una legge d'amnistia nei confronti dei comunardi nel luglio 1880 che autorizzasse il ritorno in Francia dell'evaso, prima di affrontare questo argomento. Il quadro viene poi inviato al Salon del 1881.
Commemorando un avvenimento ancora impresso nella memoria di tutti, Manet rivoluziona il genere della pittura storica tradizionalmente relegato alle rappresentazioni antiche e mitologiche. L'eroe, appena riconoscibile per la sua bionda e scarmigliata chioma "a fiamma di punch", è qui rappresentato sulla poppa di una minuscola imbarcazione mentre rema in balia delle onde. Accanto a lui sono ritratti i suoi complici, Pain, Grousset e Jourde. La situazione di solitudine e di pericolo è resa palpabile dalle dimensioni del battellino. Un mare elettrico e scintillante rappresentato per mezzo di brevi ed incisive pennellate, occupa tutta la tela, "spingendosi fino alla parte alta della scena" dove si scorge un'imbarcazione che si dirige in soccorso dei fuggiaschi.
Manet ha scelto l'indeterminatezza per rappresentare un avvenimento avvenuto sei anni prima e al quale non ha assistito. Ciononostante ci fornisce una'immagine straordinaria dell'immensità del mare per evocare il pericolo e il dramma. Questa tela paradossale traduce altresì il suo disincanto nei confronti di Rochefort che ha tradito le sue speranze repubblicane.

(fonte: Musée d'Orsay)

Provenienza:

  • Vendita Manet, Parigi, Hôtel Drouot, 4-5 febbraio 1884 n. 84.
  • CollezioneM. e M.me Hecht, acquistato nella vendita Manet, 1884.
  • Collezione Pellet, Monaco.
  • Collezione Wildenstein, New York.
  • Collezione Florence Gould, Cannes.
  • Dazione in pagamento di diritti di successione, 1984.
  • Musée d'Orsay, Parigi, 1984.

Mostre:

  • Manet, Marsiglia, Francia, 1961.
  • Edouard Manet 1832-1883, Philadelphia, USA, 1966.
  • Edouard Manet 1832-1883, Chicago, USA, 1967.
  • Cinq années d'enrichissement du Patrimoine national : 1975-1980 - donations, dations, acquisitions, Parigi, Francia, 1980.
  • Anciens et Nouveaux : choix d'oeuvres acquises par l'Etat ou avec sa participation de 1981 à 1985, Parigi, Francia, 1985.
  • De Manet à Matisse, 7 ans d'enrichissement au musée d'Orsay, Parigi, Francia, 1990.
  • Edouard Manet. Augenblicke der Geschichte, Mannheim, Germania, 1992.
  • Aux couleurs de la mer, Parigi, Francia, 1999.
  • L'Impressionnisme et l'Art moderne, Seul, Corea, 2000.
  • Manet and the sea : Seascapes by Manet & his Predecessors, Contemporaries, & Successors, Chicago, USA, 2003.
  • Manet and the sea, Philadelphia, USA, 2004.
  • Van Gogh en de zee, Amsterdam, Paesi Bassi, 2004.
  • Temps d'harmonie : Paradis d'artistes au XIXème siècle, Kobé, Giappone, 2006.
  • Temps d'harmonie : Paradis d'artistes au XIXème siècle, Tokyo, Giappone, 2007.
  • Impresionismo : Un Nuevo Renacimiento, Madrid, Spagna, 2010.
  • Birth of impressionism. Masterpieces from the Musée d'Orsay, San Francisco, USA, 2010.
  • Birth of Impressionism. Masterpieces from the Musée d'Orsay, Nashville, USA, 2010.
  • Manet, inventeur du Moderne, Parigi, Francia, 2011.

Bibliografia:

  • Jamot Paul - Wildenstein Georges - Bataille Marie-Louise, Manet, catalogue critique, Parigi, 1932.
  • Tabarant Adolphe, Manet et ses oeuvres, Parigi, 1947.
  • Orienti Sandra, Tout l'oeuvre peint d'Édouard Manet, Parigi, 1970.
  • Rouart Denis - Wildenstein Daniel, Edouard Manet. Catalogue raisonné, Parigi, 1976.
  • Darragon Eric, La Revue de l'art, n° 56, Parigi, 1982.
  • Compin Isabelle - Roquebert Anne, Catalogue sommaire illustré des peintures du Musée du Louvre et du Musée d'Orsay, Parigi, 1986.
  • Rosenblum Robert, Les peintures du Musée d'Orsay, Parigi, 1989.
  • Compin Isabelle - Lacambre Geneviève [coordinamento] - Roquebert Anne, Musée d'Orsay. Catalogue sommaire illustré des peintures, Parigi, 1990.
  • Guégan Stéphane - Savy Nicole, Regards d'écrivains au musée d'Orsay, Parigi, 1992.