L’asparago

Manet, L'asparago.jpg
Autore: 
Manet, Édouard (1832-1883)
Titolo: 
L’asparago
Altri titoli: 
L'asperge
Periodo: 
XIX secolo
Datazione: 
non datato (1880)
Classificazione: 
Dipinto
Tecnica e materiali: 
Olio su tela
Dimensioni (altezza x larghezza in centimetri): 
169 x 219
Annotazioni: 
Firma in alto a destra. M.
Luogo di conservazione: 
Musée d′Orsay, Paris, France
Acquisizione: 
Donazione di Sam Salz per il Musée du Jeu de Paume, 1959
Identificativo: 
RF 1959 18

Commento:

La storia singolare di questo quadro è nota: Manet vende a Charles Ephrussi, al prezzo di ottocento franchi, una tela intitolata Un mazzo di asparagi. Ephrussi, tuttavia, paga l'artista con mille franchi e Manet, il quale ha classe e spirito da vendere, dipinge quest'asparago e glielo invia accompagnato da questo bigliettino: "Ne mancava uno al vostro mazzo".
La tela "madre" è dipinta su sfondo nero, un po' sullo stile delle nature morte olandesi del XVII secolo. In questo caso, Manet accosta con suprema armonia le tonalità malva e grigie dell'asparago con il colore del marmo sul quale questa pianta è adagiata. L'artista è mosso soltanto dal piacere di dipingere in piena libertà, dimostrando così, in un'opera di veloce composizione come questa, la sua prodigiosa abilità, il suo gusto squisito e il suo senso dell'umorismo. "Questa non è una natura morta come le altre", scrive Georges Bataille, "Morta, sì, ma al contempo vivace".
Sempre con maggiore frequenza nel corso degli anni ottanta del XIX secolo, Manet esegue nature morte di piccole dimensioni, raffiguranti fiori o frutta in numero limitato. L'artista compone come una sorta di frammenti, di quintessenze di pittura. Si tratta il più delle volte di opere spedite in tono confidenziale, teneri doni in cui si potrebbero sempre rinvenire spiritose allusioni o segni di affetto e di tenerezza.

(fonte: Musée d'Orsay)

Provenienza:

  • Collezione Charles Ephrussi, dono dell'artista, fino al 1880.
  • Collezione Bernheim-Jeune, Paris.
  • Collezione Sam Salz, fino al 1959.
  • Dono di Sam Salz al Musée du Jeu de Paume, 1959.
  • Musée du Louvre, galerie du Jeu de Paume, Parigi, 1959-1986.
  • Musée d'Orsay, 1986.

Mostre:

  • Manet, Berlino, Germania 1928.
  • Au profit des Amis du Luxembourg, Parigi, Francia, 1928.
  • Vingt ans d'acquisitions au Musée du Louvre, 1947-1967, Parigi, Francia, 1967.
  • Francis Ponge : manuscrits, livres, peintures, Parigi, Francia, 1977.
  • Stilleben in Europa, Münster, Germania, 1979.
  • Manet : 1832-1883, Parigi, Francia, 1983.
  • Manet, New York, USA, 1983.
  • Manet, Copenhagen, Danimarca, 1989.
  • Marcel Proust, l'écriture et les arts, Parigi, Francia, 1999.
  • Manet, les natures mortes, Parigi, Francia, 2000.
  • Manet les natures mortes, Baltimora, USA, 2001.
  • A table au XIXe siècle, Parigi, Francia, 2001.
  • Manet en el Prado, Madrid, Spagna, 2003.
  • Impresionismo : Un Nuevo Renacimiento, Madrid, Spagna, 2010.
  • Birth of impressionism. Masterpieces from the Musée d'Orsay, San Francisco, USA, 2010.
  • Birth of Impressionism. Masterpieces from the Musée d'Orsay, Nashville, USA, 2010.
  • Manet, inventeur du Moderne, Parigi, Francia, 2011.

Bibliografia:

  • Jamot Paul - Wildenstein Georges - Bataille Marie-Louise, Manet, catalogue critique, Parigi, 1932.
  • Tabarant Adolphe, Manet et ses oeuvres, Parigi, 1947.
  • Orienti Sandra, Tout l'oeuvre peint d'Édouard Manet, Parigi, 1970.
  • Rouart Denis - Wildenstein Daniel, Edouard Manet. Catalogue raisonné, Parigi, 1976.
  • Anonyme, Manet : 1832-1883 [cat. mostra], Parigi, 1983.
  • Compin Isabelle - Roquebert Anne, Catalogue sommaire illustré des peintures du Musée du Louvre et du Musée d'Orsay, Parigi, 1986.
  • Compin Isabelle - Lacambre Geneviève [coordinamento] - Roquebert Anne, Musée d'Orsay. Catalogue sommaire illustré des peintures, Parigi, 1990.