Jean Alexandre

Modigliani, Jean Alexandre.jpg
Autore: 
Modigliani, Amedeo (1884-1920)
Titolo: 
Jean Alexandre
Periodo: 
XX secolo
Datazione: 
non datato (1909)
Classificazione: 
Dipinto
Tecnica e materiali: 
Olio su tela
Dimensioni (altezza x larghezza in centimetri): 
81 x 60
Luogo di conservazione: 
Collezione privata, Svizzera

Provenienza:

  • Jean Alexandre, Parigi, acquistato dall'artista.
  • Dr. Paul Alexandre, Parigi, per successione dal precedente, 1913.
  • Jeanne Bréfort, Parigi, per successione dal precedente, dal 1966.
  • Collezione privata, acquistato dal precedente, 1990.
  • Vendita, Christie's, New York, Rockfeller Plaza, asta 3736 - Impressionist and modern evening sale including property from the John Whitehead collection, 15 maggio 2015, lotto 3 C, venduto per $7,557,000.

Mostre:

  • Amedeo Modigliani et ses amis, Pisa, BLU | Palazzo d’arte e cultura, 3 ottobre 2014 - 15 febbraio 2015.

Nota:

Modigliani, Nudo seduto.pngLa tela sulla quale Modigliani dipinge questo ritratto "cézannesco" di Jean Alexandre conteneva già una figura nuda seduta, probabilmente la stessa ragazza pre-pubescente che l'artista aveva raffigurato ne La mendicante, 1909 (Ceroni, n. 20), dipinto che Modigliani aveva regalato a Jean. La modella era anche apparsa nel dipinto delle due mendicanti, opera oggi sconosciuta. La passione di Modigliani per il soggetto di una ragazza magra rivela la sua ammirazione per il Periodo Blu di Picasso. È probabile che il pittore abbia tolto il telaio dalla tela del nudo, l'abbia rivoltata e abbia poi usato la parte non verniciata per dipingere il ritratto di Jean. Modigliani ricorre nuovamente a questa pratica quando dipinge lo Studio per 'Il suonatore di violino', sempre del 1909 (Ceroni, n. 22a) - sul retro del quale vi è uno studio per un ritratto dello scultore Brancusi (Ceroni, n. 22b), al quale il dottor Alexandre aveva presentato Modigliani alla fine del 1908.
Ambrogio Ceroni ha incluso l'unico ritratto di Brancusi soltanto nella versione finale del catalogo dell'opera di Modigliani, pubblicato postumo nel 1972. Il verso del dipinto, Nudo seduto, era probabilmente sconosciuto o era stato trascurato fino alla sua prima esibizione ed illustrazione nel catalogo della retrospettiva di Parigi del 1981 (Musée d'art moderne de la ville de Paris, Amedeo Modigliani, marzo - giugno 1981, p. 102, nn. 3 e 3bis, recto illustrato a colori; verso illustrato.); siccome esso non è mai stato incluso nel catalogo di Ceroni non si può dire con certezza che sia opera di Modigliani.

(fonte: Catalogo della vendita Christie's, New York del 14 maggio 2015)