Il porto di Venezia

Boldini, Il porto di Venezia
Autore: 
Boldini, Giovanni (1842-1931)
Titolo: 
Il porto di Venezia
Altri titoli: 
Barconi nel porto di Venezia
Periodo: 
XIX secolo
Datazione: 
non datato (1900 - 1905)
Classificazione: 
Dipinto
Tecnica e materiali: 
Olio su tela
Dimensioni (altezza per larghezza in centimetri): 
35 x 44
Annotazioni: 
Firma in basso a destra: Boldini
Luogo di conservazione: 
Galleria Bottegantica, Bologna / Milano
Inventario n.: 
A 136471

Provenienza:

  • Madame Frédéric Megret (etichetta al verso).
  • Paul Cailleux (?), Parigi (etichetta al verso).
  • Galerie Charpentier, Parigi (etichetta al verso), n. 122, 1931.
  • Galerie Charpentier, Parigi (etichetta al verso), 1944.
  • Vendita, Christie's Londra, 9 dicembre 1998, lotto 182a, venduto per €81.969.
  • Bottegantica, Bologna (timbro al verso)
  • Vendita, Bonino Auctions Par Excellence, Roma, asta Dipinti e disegni. Incisioni et alia. Sculture, 18 dicembre 2013, lotto 19, sotto il titolo Barconi nel porto di Venezia.

Mostre:

  • Exposition Boldini, Musée Jacquemart André, Parigi, n. 167, 1963 (etichetta al verso)

Bibliografia:

  • E. Camesasca, L'opera completa di Boldini, Milano 1970, 264c.
  • T. Panconi, a cura di, Giovanni Boldini, L'opera completa, Firenze, 2002, p. 356.
  • Pietro Dini e Francesca Dini, a cura di, Giovanni Boldini 1842-1931, catalogo ragionato, Torino, 2002, n. 660, pp. 354-355.

Commento:

Il dipinto si colloca nel periodo della maturità artistica di Boldini, quando, in parallelo ai ritratti, si produsse nella ripresa dal vero della città lagunare, rappresentando l'incanto delle antiche architetture sospese fra mare e cielo. Le rapide pennellate impresse sulla superficie offrono una speciale visione di Venezia, non più città solenne e pacata testimonianza di una gloriosa storia millenaria ma invece meta vivacissima di scambi commerciali e fermenti intellettuali. Le fitte cortine di fumo delle ciminiere delle navi si mischiano alle nubi cariche di pioggia, riflesse fra le onde della laguna, mentre il volo placido a pelo d'acqua dei gabbiani accentua la sensazione di intimità trasmessa da quell'ambiente riparato e protetto, inquadrato in una scatola ottica circoscritta. I viaggi, come quelli ripetuti nel corso della vita a Venezia, furono per Boldini motivo di continue sollecitazioni visive e emotive e i luoghi che frequentò costituirono spesso il crogiuolo dei suoi affetti e delle amicizie che coltivava fra gli artisti come fra i personaggi più in vista della società, alla costante ricerca di un soggetto da ritrarre e sempre e comunque in funzione dell'attività di artista che fu davvero la sua più profonda ragione di vita.

(fonte: Catalogo della vendita Bonino, Roma, del 18 dicembre 2013)