Il cortile del Bargello

Giuseppe Abbati, Il cortile del Bargello
Giuseppe Abbati, Il cortile del Bargello
Autore: 
Abbati, Giuseppe (1836-1868)
Titolo: 
Il cortile del Bargello
Periodo: 
XIX secolo
Datazione: 
non datato (1861 - 1862 circa)
Classificazione: 
Dipinto
Tecnica e materiali: 
Olio su tela
Dimensioni (altezza x larghezza in centimetri): 
16,5 x 20
Luogo di conservazione: 
Galleria d’Arte Moderna, Palazzo Pitti, Firenze, Italia
Acquisizione: 
Donazione di Diego Martelli, 1896
Identificativo: 
09 00342204 [Catalogo Generale Beni Culturali]

Note storico critiche:

Dopo il tirocinio di interni alla Granet, Abbati sceglie di avvicinarsi alla ricerca macchiaiola, approntandosi a produrre con particolare sobrietà di mezzi espressivi, gli effetti di luce nei cortili e nei chiostri di monumenti fiorentini. Dopo il celebre Chiostro di Santa Croce, nello stesso arco di tempo (Cfr. Catalogo generale, n. 175) Abbati torna a dipingere un angolo del Bargello, ma non più l'ingresso alla cappella del podestà con la figura in costume antico (Catalogo generale, n. 163) bensì uno scorcio del cortile colto dalla loggia del primo piano, in cima alla scalinata. La tavolozza è giocata sull'intenso contrasto tra l'ombra scura e la parete assolata, e le pennellate sono stese con un impasto molto magro che lascia emergere il tessuto della tela, appena più corposo in certi tocchi di bianco che accendono di riflessi la facciata assolata del cortile. Simili soluzioni saranno adottate anche negli scorci paesistici e nelle vedute fiorentine, quando Abbati finisce per distaccarsi dalla pittura d'interno per sperimentare gli stessi effetti nel paesaggio.

(fonte: Polo museale fiorentino)