Il conte Robert de Montesquiou

Boldini, Il conte Robert de Montesquiou | Le comte Robert de Montesquiou
Autore: 
Boldini, Giovanni (1842-1931)
Titolo: 
Il conte Robert de Montesquiou
Altri titoli: 
Le comte Robert de Montesquiou
Periodo: 
XIX secolo
Datazione: 
1897
Classificazione: 
Dipinto
Tecnica e materiali: 
Olio su tela
Dimensioni (altezza per larghezza in centimetri): 
115,5 x 82,5
Annotazioni: 
Firma e data in basso a destra: Boldini / 1897
Luogo di conservazione: 
Musée d’Orsay, Paris, France
Acquisizione: 
Trasferito dal M.N.A.M., 1977
Inventario n.: 
RF 1977 56

Note storico critiche:

Nel 1897, a Boldini viene commissionato il ritratto del conte Robert de Montesquiou. L'artista riceve l'incarico da Madame Veil-Picard, amica comune di entrambi. Il pittore è fortemente attratto dalla personalità di questo letterato, simbolo dell'esteta contemporaneo e nuova incarnazione del dandy baudelairiano.
L'opera riflette sia la complessità del rapporto pittore-modello, sia le teorie sul "ritratto moderno" enunciate da Montesquiou in un articolo dedicato, per l'appunto, a Boldini, apparso sul numero di gennaio del 1901 di Les Modes e intitolato"I pittori della donna, Boldini". Il conte sostiene che l'arte del ritratto non sta nella verità fotografica ma è da rintracciare nella commistione sulla tela tra l'identità del pittore e quella del modello. Boldini sarebbe dunque il ritrattista moderno per eccellenza poiché, nelle sue pitture, pur svelando le caratteristiche più radicate del modello esprime il suo personale giudizio.
In questo quadro, l'artista non si limita a mettere in risalto l'eleganza aristocratica, la disinvoltura o la raffinatezza di Montesquiou. Il bastone che il conte tiene in mano assume, infatti, l'aspetto di uno scettro, trasformandosi così in un attributo regale. Si ha come l'impressione che Boldini illustri il verso introduttivo di una poesia contenuta nella raccolta I Pipistrelli di Montesquiou: "Io sono il sovrano delle cose transitorie". Nel sovrapporre un atteggiamento attinto nella grande tradizione ritrattistica del XVI e del XVII secolo e la rappresentazione della modernità, Boldini ha voluto forse introdurre una leggera punta d'ironia nei confronti dell'estetismo forsennato di Montesquiou? Questa è proprio il modo in cui, un folto numero di commentatori contemporanei, hanno interpretato il ritratto.

Provenienza:

  • Dono di Henri Pinard a nome del conte Robert de Montesquiou, al Musée du Jeu de Paume, 1922
  • Musée du Louvre Jeu de Paume, allora Musée des Ecoles étrangères, 1922-1946 (LUX 1382, JdeP 249).
  • Musée national d'Art Moderne, 1946-1977.

Mostre:

  • Salon de la Société nationale des beaux-arts, Parigi, France, 1897.
  • Boldini, Parigi, France, 1931.
  • Tableaux français en Italia. Tableaux Italians en France, Roma, Italia, 1946.
  • Reminiscences : quelques artistes 1900, Parigi, France, 1950.
  • Cent portraits d'hommes du XIVe siècle à nos jours, Parigi, France, 1952.
  • Marcel Proust and his time 1871-1922, Londra, Gran Bretagna, 1955.
  • Modes de la Belle Epoque : costumes français, 1890-1910, et portraits, Parigi, France, 1961.
  • Boldini : 1842-1931, Parigi, France, 1963.
  • Marcel Proust, Parigi, France, 1965.
  • Europa 1900. Schilderijen, Tekeningen, Beelhouwkunst, Juwelen, Ostende, Belgique, 1967.
  • Portraits et figures de France, Montréal, Canada, 1969.
  • Portraits et figures de France, Québec, Canada, 1970.
  • Esthètes et magiciens - Symbolistes des collections parisiennes, Parigi, France, 1970.
  • Marcel Proust et son temps, Parigi, France, 1971.
  • Peintres de la Belle Epoque, Montrouge, France, 1973.
  • Od Bonara do Sulaza, Sarajevo, Bosnie-Herzégovine, 1973.
  • De Bonnard à Soulages, Skopje, Macedonia, 1973.
  • De bonnard à Soulages, Ljubljana, Slovenia, 1973.
  • De Bonnard à Soulages, Belgrado, Serbia, 1974.
  • Préfiguration du Musée d'Orsay - Le Post-Impressionnisme, Parigi, France, 1977.
  • Ottocento - Novecento. Italiaanse Kunst 1870-1910, Amsterdam, Nederland, 1988.
  • The Butterfly and The Bat : Whistler and Montesquiou, New York, USA, 1995.
  • De Dandy - mode, kunst en literatuuur, L'Aia, Nederland, 1997.
  • Robert de Montesquiou ou l'art de paraître, Parigi, France, 1999.
  • Italia - L'Arte italiana a prova di modernità, 1880-1910, Roma, Italia, 2000.
  • Italias - L'art Italian à l'épreuve de la modernité 1880 - 1910, Parigi, France, 2001.
  • Proust, Moscou, Russia, 2001.
  • De tijd van Degas, L'Aia, Nederland, 2002.
  • La borghesia allo specchio. Il culto dell'immagine dal 1860 al 1920, Torino, Italia, 2004.
  • Boldini - Helleu, Rosignano Marittimo, Italia, 2006.
  • Dandysmes. 1808-2008 : de Barbey d'Aurevilly à Christian Dior, Granville, France, 2008.
  • Paris au temps des impressionnistes, 1848-1914, Parigi, France, 2011.

Bibliografia:

  • Jullian Philippe, Robert de Montesquiou : un prince 1900, Parigi, 1965.
  • Camesasca Ettore, L'opera completa di Boldini, Classici dell'arte, n. 37, Milano, 1970.
  • Munhall Edgar, Whistler's Portrait of Robert de Montesquiou, Parigi, 1968.
  • Brejon de Lavergnée Arnauld [coordinamento] - Thiébaut Dominique [coordinamento], Catalogue sommaire illustré des peintures du Musée du Louvre. II. Italia, Espagne, Allemagne, Grande-Bretagne et divers, Parigi, 1981.
  • Compin Isabelle - Lacambre Geneviève [coordinamento]- Roquebert Anne, Musée d'Orsay. Catalogue sommaire illustré des peintures, Parigi, 1990.

(fonte: Musée d'Orsay, Parigi)