I superstiti

Autore: 
Fragiacomo, Pietro (1856-1922)
Titolo: 
I superstiti
Periodo: 
XX secolo
Datazione: 
non datato (1914 circa)
Classificazione: 
Dipinto
Tecnica e materiali: 
Olio su tavola
Dimensioni (altezza x larghezza in centimetri): 
119,5 x 164,5
Annotazioni: 
Firma in basso a destra: P. Fragiacomo
Luogo di conservazione: 
Galleria Nazionale d’Arte Moderna, Roma, Italia
Identificativo: 
1075

Commento:

Protagonista del dipinto è la Villa Foscari detta "La Malcontenta" alla foce del Naviglio del Brenta, a Mira, presso Porto Marghera, costruita intorno al 1559 da Palladio. Il titolo evoca l'attuale destino della villa, un tempo immersa in una ricca vegetazione: "La Malcontenta" si erge solitaria al centro del dipinto, quasi evanescente, uno spettro di se stessa che si duplica nell'acquitrino in primo piano nel quale si affaccia, ed è affiancata da un pioppo solitario, altro superstite, in un paesaggio desolato e brullo che sta per essere circondato dalle ciminiere del nascente polo industriale.Opera chiave della produzione tarda di Fragiacomo - a cui non deve essere estranea l'influenza di Mario de Maria - la tavola rappresenta il canto del cigno del paesaggio simbolista italiano affermatosi alla fine del secolo precedente, del quale lo stesso pittore è stato uno dei principali esponenti. Il dipinto, infatti, è intessuto di umori decadenti e melanconici condensando mistero e rassegnazione, come rileva del resto Colasanti nel 1914, quando il quadro fu esposto alla Biennale di Venezia, insieme a "La glicina" e "La portolana," trovando nelle tre opere "la medesima indefinibile tristezza chiusa nelle pietre e nel vivente silenzio delle acque" (cfr. Colasanti 1914).

(fonte: ICCD - Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali)