I miei fiori

Leonardo Bazzaro, I miei fiori
Autore: 
Bazzaro, Leonardo (1853-1937)
Titolo: 
I miei fiori
Periodo: 
XX secolo
Datazione: 
non datato (1900)
Classificazione: 
Dipinto
Tecnica e materiali: 
Olio su tela
Dimensioni (altezza per larghezza in centimetri): 
60 x 90
Annotazioni: 
Firma in basso a destra: L. Bazzaro
Luogo di conservazione: 
Collezione privata

Provenienza:

  • Opera acquistata all’Esposizione di Torino del 1900 dalla Società Promotrice e data in sorteggio al socio Carlo Benzi di Asti.
  • Asti, Avv. Piero Borghi.
  • Asti, Dott. Giuseppe Borghi.

Mostre:

  • 1900, Torino, Società Promotrice delle Belle Arti, Esposizione LIX , Sala VI, n. 288
  • 2015, Leonardo Bazzaro. La dolce vita en plein air, 23 ottobre - 20 dicembre, Milano, Gallerie Maspes, n. 3.

Bibliografia:

  • Catalogo. Esposizione LIX, catalogo della mostra, (Torino, Società Promotrice delle Belle Arti), Tipografia Roux e Viarengo, Torino 1900, p. 29.
  • G. Ferrari, L’Esposizione di Belle Arti alla Promotrice. III. Ancora gli espositori nel salone, in “La Stampa”, a. XXXIV, n. 129, 11 maggio 1900.
  • Società Promotrice per le Belle Arti. Elenco delle opere acquistate dalla società per i premi ai soci, in “Gazzetta di Torino”, a. LXI, n. 138, 20-21 maggio 1900.
  • L’Estrazione dei premi alla Promotrice di Belle Arti, in “La Stampa”, a. XXXIV, n. 157, 8 giugno 1900.
  • Società per le Belle Arti. Estrazione dei premi, in “Gazzetta di Torino”, a. LXI, n. 157, 8-9 giugno 1900.
  • Società Promotrice di Belle Arti Torino. Album Ricordo Esposizione 1900, Torino 1900, s.p. ill.
  • S. Rebora, Leonardo Bazzaro, Edizioni dei Soncino, Soncino 1997, pp. 28 ill., 31, 102, 116.
  • E. Chiodini, Leonardo Bazzaro. Una vita per la pittura, in Leonardo Bazzaro. Catalogo ragionato delle opere, a cura di F.L. Maspes, E. Savoia, Antiga Edizioni, Crocetta del Montello 2011, p. 31.
  • Leonardo Bazzaro. Catalogo ragionato delle opere, a cura di F.L. Maspes, E. Savoia, Antiga Edizioni, Crocetta del Montello 2011, n. 273, pp. 123 ill., 253-254 ill.
  • Leonardo Bazzaro un protagonista dell’Ottocento lombardo. Cenni biografici, a cura di S. Bosi, in Leonardo Bazzaro e i grandi maestri del naturalismo lombardo (1870-1900), catalogo della mostra, a cura di E. Savoia, (Milano, Galleria Bottegantica), Galleria Bottegantica, Milano 2011, p. 5.
  • Leonardo Bazzaro un protagonista dell’Ottocento lombardo. Cenni biografici, a cura di S. Bosi, in Leonardo Bazzaro. Itinerario pittorico tra la Valle d’Aosta e la laguna veneta (1900-1930), catalogo della mostra, (Milano, Galleria d’Arte Ambrosiana), Galleria d’Arte Ambrosiana, Milano 2011, p. 5.

Note:

Eseguita agli inizi del XX secolo I miei fiori rispetta i canoni dell’iconografia del quotidiano familiare ormai fatti propri da Leonardo Bazzaro. Titolo interessante per la delicatezza d’idea, viene scelto non solo per descrivere la scena, quanto, piuttosto, per il rimando metaforico alle due bambine, anch’esse boccioli nel giardino della vita, come evidenzia Ferrari su “La Stampa”: «un altro quadro dello stesso Bazzaro, I miei fiori (288), fiori di bimbi e fiori di giardino»(1).
In questo particolare momento della carriera di Bazzaro, le sue opere si alimentano soprattutto del suo privato, portando sulla tela la moglie Corona Douglas Scotti e i numerosi nipoti, soggetti ricorrenti dopo la costruzione della villa all’Alpino, della quale è possibile riconoscere la bellissima ringhiera sullo sfondo del dipinto.
Fra le tematiche predilette dal pittore vi è la cura del giardino che l’artista rappresenta in opere quali Giardino sul lago Maggiore (1900 - 1905), Giochi in giardino (1900 -1905) e In giardino (1900 -1905)(2), tele in cui, suggerisce Sergio Rebora, «non è azzardato leggere una metafora del ruolo femminile all’interno della società borghese, custode e garante al tempo stesso dell’equilibrio famigliare»(3). Soggetto ricorrente, il giardino, viene riproposto da Bazzaro anche nel dipinto Fiori e sorrisi (1900-1905)(4), di cui l’opera in esame è certamente un prototipo, seppur caratterizzata da una pennellata più vibrante e materica. In entrambi i dipinti una giovane donna riceve nel grembiule i fiori raccolti da due bambine immerse in un lussureggiante giardino; paragonando le due tele è possibile seguire l’evoluzione delle ricerche bazzariane; Leonardo Bazzaro, Fiori e sorrisi, 1905, olio su tela, cm. 69 x 101, Trieste, Civico Museo Revoltellase in I miei fiori (in un nuovo secolo pervaso dal simbolismo) il pittore si lascia andare solamente ad un titolo allusivo mantenendo ancora una certa vena naturalistica nella resa del paesaggio, in Fiori e sorrisi quel medesimo «linguaggio naturalista che improntava precedentemente le stesse scene – si pensi ancora a Tutto è gioia – si dilegua sciogliendosi in un’atmosfera vaporosa»(5). In I miei fiori la pennellata si presenta ancora modulata e controllata sia nella resa delle figure sia del muretto della villa, per divenire poi più vibrante in quella del giardino che, trapuntato di colore, movimenta la composizione.
Presentata dal pittore alla Promotrice di Torino lo stesso anno della sua esecuzione e ritenuta di altissimo livello, l’opera viene acquistata dalla Società e data in sorteggio al socio Carlo Benzi di Asti; nell’album ricordo dell’esposizione il dipinto viene descritto come un «quadro pieno di brio e di luce, che nella sua breve dimensione riproduce al vivo la vita di famiglia, di pace, rallegrata da un sole brillante d’estate»(6).
Mai più esposto per oltre un secolo e dato per disperso fino al ritrovamento in occasione della pubblicazione del Catalogo ragionato dell’artista, torna ad essere ammirato in occasione di questa mostra.


1 G. Ferrari, L’Esposizione di Belle Arti alla Promotrice. III. Ancora gli espositori nel salone, in “La Stampa”, a. XXXIV, n. 129, 11 maggio 1900.
2 Leonardo Bazzaro. Catalogo ragionato delle opere, a cura di F.L. Maspes, E. Savoia, Antiga Edizioni, Crocetta del Montello 2011, nn. 288, 290, 292, pp. 129 ill., 257-258 ill.-259 ill.
3 S. Rebora, Leonardo Bazzaro, Edizioni dei Soncino, Soncino 1997, p. 31.
4 Leonardo Bazzaro. Catalogo ragionato delle opere, cit., n. 287, pp. 257-258 ill.
5 Rebora, cit., p. 116. 6 Società Promotrice di Belle Arti Torino. Album Ricordo Esposizione 1900, Torino 1900, s.p. ill.

(fonte: E.O. (Elena Orsenigo) in Catalogo della mostra Leonardo Bazzaro. La dolce vita en plein air)