Giorno di festa al Pio Albergo Trivulzio

Morbelli, Giorno di festa al Pio Albergo Trivulzio.png
Autore: 
Morbelli, Angelo (1853-1919)
Titolo: 
Giorno di festa al Pio Albergo Trivulzio
Altri titoli: 
Jour de fête à l'hospice Trivulzio à Milan
Periodo: 
XIX secolo
Datazione: 
1892
Classificazione: 
Dipinto
Tecnica e materiali: 
Olio su tela
Dimensioni (altezza x larghezza in centimetri): 
78 x 123
Annotazioni: 
Firma e data in basso al centro, sul bordo del tavolo: MORBELLI - 1892
Luogo di conservazione: 
Musée d’Orsay, Paris, France
Acquisizione: 
Acquisto, 1900
Identificativo: 
RF 1192

Provenienza:

  • Acquistato dall'artista dallo Stato francese all'Exposition Universelle del 1900 e donato ai Musées nationaux dalla Direction des Beaux-Arts per il Musée du Luxembourg.
  • Musée du Luxembourg, Parigi, 1900 - 1922.
  • Musée du Louvre, gallerria del Jeu de Paume, Parigi, 1922 - 1946 (JdeP 280).
  • Musée National d'Art moderne, Parigi, 1946 - 1977.
  • Musée d'Orsay, Paris (trasferito dal M.N.A.M.), 1977

Mostre:

  • Exposition Universelle, Parigi, France, 1900.
  • Ottocento - Novecento. Italiaanse Kunst 1870-1910, Amsterdam, Nederland, 1988.
  • Divisionismo Italiano, Trento, Italia, 1990.
  • Ottocento romanticism and revolution in 19th century Italian Painting, Baltimora, USA, 1992.
  • 1893 : l'Europe des peintres, Parigi, France, 1993. La modernité - Collections du musée d'Orsay, Tokyo, Japon, 1996.
  • La modernité - Collections du musée d'Orsay, Kobé, Japon, 1996.
  • Italia - L'Arte italiana a prova di modernità, 1880-1910, Roma, Italia, 2000.
  • Italie - L'art italien à l'épreuve de la modernité 1880 - 1910, Parigi, France, 2001.
  • Divisionism / Neo-Impressionism. Arcadia and Anarchy, Berlin, Deutschland, 2007.
  • Divisionism / Neo-Impressionism. Arcadia and Anarchy, New York, USA, 2007.
  • Radical Light. Italy's Divisionist Painters, Londra, UK, 2008.
  • Rivoluzione! Italienische Moderne von Segantini bis Balla, Zürich, Schweiz, 2008.

Bibliografia:

  • Bénédite Léonce, Musée du Luxembourg - Musée annexe du Jeu de Paume - Peintures, Pastels, Aquarelles et Dessins des Ecoles Etrangères, Parigi, 1924.
  • Brejon de Lavergnée Arnauld [coordination] - Thiébaut Dominique [coordination], Catalogue sommaire illustré des peintures du Musée du Louvre. II. Italie, Espagne, Allemagne, Grande-Bretagne et divers, Parigi, 1981.
  • Rosenblum Robert, Les peintures du Musée d'Orsay, Parigi, 1989. Compin Isabelle - Lacambre Geneviève [coordination]- Roquebert Anne, Musée d'Orsay. Catalogue sommaire illustré des peintures, Parigi, 1990.

Commento:

Il Pio Albergo Trivulzio era un ricovero per malati e un ospizio per anziani. Morbelli comincia sin dai primi anni ottanta del XIX secolo ad interessarsi all'atmosfera di questo luogo raffigurando, a più riprese, da diverse angolazioni e con varianti negli effetti di luce, questo ampio salone. Ogni volta, tuttavia, l'artista inserisce nella sua composizione alcune figure di anziani che sono descritti con estrema minuzia. Morbelli non ha ancora adottato, in questa tela, il divisionismo rigoroso delle sue opere posteriori. Le grandi vetrate o le proiezioni di luce sulle pareti sono così dipinte con ampie pennellate. Giorno di festa è, in compenso, una delle prime opere in cui l'artista applica il metodo della sovrapposizione dei toni puri. Quest'ultimi sono generalmente stesi con sottili tratti paralleli in modo da definire i piani dei tavoli, accentuando così l'effetto prospettico. Le posture assunte dai vari personaggi sono destinate ad esaltare il valore simbolico ed emozionale del tema della solitudine e della vecchiaia. Uno dei vecchi è assopito, un altro ha lo sguardo rivolto nel vuoto, gli occhi bassi. A sinistra, l'inquadratura mostra soltanto le gambe e le mani di un uomo che ha posto di fronte a lui il bastone, il cappotto e il cappello. Si tratta certamente di un visitatore che, al contrario degli altri tre uomini, lascerà di lì a poco la scena.

Sin dagli anni settanta del XIX secolo, questo genere di soggetto sociale si diffonde un po' ovunque in Europa. Ricordiamo, a tal proposito, le illustrazioni pubblicate in Inghilterra in giornali quali London News illustrated o The Graphic, Max Liebermann in Germania e Anton van Rappard nei Paesi Bassi senza dimenticare Alfred Roll ed Henri Gervex in Francia. In Italia, Morbelli è uno dei primi a trattare simili tematiche.

(fonte: Musée d'Orsay)