Fortezza

Francesco Hayez, Fortezza
Autore: 
Hayez, Francesco (1791-1882)
Titolo: 
Fortezza
Periodo: 
XIX secolo
Datazione: 
non datato (1813 - 1814)
Classificazione: 
Disegno
Tecnica e materiali: 
Gessetto, lapis nero, tempera su carta
Dimensioni (altezza per larghezza in centimetri): 
78,5 x 78
Luogo di conservazione: 
Musei Civici d’Arte Antica: Collezioni Comunali d’Arte, Bologna, Italia

Bibliografia:

  • Poppi C., Pelagio Palagi pittore dipinti dalle Raccolte del Comune di Bologna, Milano Electa 1996, pp. 198-199, n. 71; pp. 197-198, n. 70; pp. 160-1.
  • Mampieri A. - Bernardini C., Collezioni Comunali d'Arte di Bologna, Ferrara 2011, p. 34.

Note:

Il disegno raffigurante la Fortezza è da considerare preparatorio per la decorazione di palazzo Torlonia a Roma, realizzata da Pelagio Palagi e dai suoi collaboratori tra il 1813 e il 1814. L'edificio venne distrutto nel 1901.
Il nobile finanziere Giovanni Torlonia chiese al pittore bolognese di decorare una gallerie con le Storie di Teseo: ventidue riquadri con episodi delle gesta dell’eroe mitologico intercalati da raffigurazioni allegoriche (Prudenza, Giustizia, Temperanza, Fortezza) entro ottagoni e lunette con personificazioni delle arti (Storia, Poesia, Pittura, Scultura). Alle estremità della galleria si trovavano due grandi lunette con allegorie della Verità e della Virtù. Ormai all’apice della fama, il Palagi coinvolse nell’impresa una “brigata” di allievi, i quali eseguirono bozzetti e disegni preparatori per le singole figure. Il presente studio è riferibile al veneziano Francesco Hayez, che fu in questa occasione stretto collaboratore di Palagi (Poppi, 1996); le allegorie della Giustizia e della Temperanza (esposte nella stessa sala 10 del museo) sono attribuite rispettivamente al bellunese Giovanni De Min e allo stesso Palagi.

(fonte: http://bbcc.ibc.regione.emilia-romagna.it)