Donna nuda che si pettina

Manet, Donna nuda che si pettina.jpg
Autore: 
Manet, Édouard (1832-1883)
Titolo: 
Donna nuda che si pettina
Altri titoli: 
Femme nue se coiffant
Periodo: 
XIX secolo
Datazione: 
non datato (1879)
Classificazione: 
Dipinto
Tecnica e materiali: 
Olio su tela
Dimensioni (altezza x larghezza in centimetri): 
81 x 65
Luogo di conservazione: 
Collezione privata

Provenienza:

  • Studio dell'artista; vendita Successione Manet, Hôtel Drouot, Parigi, 4-5 febbraio 1884, lotto 41.
  • Eugène Manet e Berthe Morisot, Parigi, acquistato nella vendita Manet.
  • Ernest Rouart e Julie Manet, Parigi, per successione.
  • Collezione privata, per successione da Rouart e Manet; vendita, Christie's, Parigi, asta 5468, 23 maggio 2007, lotto 98, venduto per €5.632.000 ($7,588,782).

Mostre:

  • Amsterdam, Stedelijk Museum, Rétrospective d'art français, luglio-settembre 1926, n. 70.
  • Parigi, Galerie Bernheim-Jeune, Manet (au profit des amis du Luxembourg), aprile-maggio 1928, n. 31.
  • Venise, XIXème Esposizione Biennale Internazionale d'Arte: Mostra individuale retrospettiva di Edouard Manet, giugno-settembre 1934, n. 11 (erroneamente datato 1878).
  • Varsavia, Museo Nationale, Importants courants de la peinture française moderne, giugno-settembre 1937, p. 23, n. 17.
  • Venezia, Gli Impressionisti, XXIVe Biennale, 1948, n. 30.
  • Toronto, Art Gallery; Montréal, Museum of Fine Arts; Québec, Musée de la Province; New York, The Metropolitan Museum of Art; Toledo, Museum of Art; Washington, D.C., Phillips Gallery; San Francisco, California Palace; Portland Art Museum; Minneapolis, Institute of Arts; Kansas City, William Rockhill Nelson Gallery of Art; Cincinnati, Art Museum; Saint Louis, City Art Museum; Winnipeg Art Gallery; Seattle, Charles and Emma Fry Free Public Art Museum et Syracuse, Museum of Fine Arts, Berthe Morisot and her Circle, settembre 1952-ottobre 1954, n. 24 (illustrato).
  • Marseille, Musée Cantini, Manet, maggio-luglio 1961, n. 30.
  • Copenhagen, NY Carlsberg Glyptotek, Women in Impressionism: From Mythical Feminine to Modern Woman, ottobre 2006-gennaio 2007, pp. 251, 255, 260 e 310, n. 51 (illustrato a colori, p. 250).

Bibliografia:

  • T. Duret, Histoire d'Edouard Manet et son oeuvre, Parigi, 1902, n. 250.
  • J. Meier-Graffe, Edouard Manet, Munchen, 1912, p. 275 (illustrato).
  • E. Moreau-Nélaton, Manet, raconté par lui-même, Parigi, 1926, vol. 2, n. 282.
  • P. Jamot, G. Wildenstein et M.-L. Bataille, Manet, Parigi, 1932, vol. II, n. 370.
  • M. Dormoy, "La Collection d'Ernest Rouart", in: Formes, aprile 1932, p. 258 (illustrato).
  • R. Rey, Manet, Parigi, 1938, p. 81 (illustrato a colori).
  • A. Tabarant, Manet et ses oeuvres, Parigi, 1947, p. 320.
  • M. Bodelsen, "Early Impressionist Sales, 1874-1894", in: Burlington Magazine, giugno 1968, p. 342, n. 41.
  • D. Rouart et S. Orienti, Tout l'oeuvre peint d'Edouard Manet, Parigi, 1970, n. 241 (illustrato).
  • D. Rouart et D. Wildenstein, Edouard Manet, catalogue raisonné, Ginevra, 1975, vol. I, p. 246, n. 318 (illustrato).